Sblocca Italia: Ciucci, 1, 5 mld per nuove opere, passo importante

(AGI) - Roma, 26 set. - Il decreto Sblocca Italia "mette adisposizione dell'Anas un totale di 1.552 milioni di euro, checonsentono di avviare investimenti per oltre 1.925 milioni dieuro al fine di ammodernare e innalzare i livelli di sicurezzadella rete di 25 mila km di strade e autostrade in gestione".Lo ha detto il presidente dell'Anas Pietro Ciucci, nel corso diun'audizione alla Commissione Ambiente e Territorio dellaCamera dei Deputati. Gli stanziamenti previsti, che siaggiungono ai finanziamenti contenuti nella Legge di Stabilita'per il 2014, "rappresentano indubbiamente un passo importanteper consentire all'Anas di

(AGI) - Roma, 26 set. - Il decreto Sblocca Italia "mette adisposizione dell'Anas un totale di 1.552 milioni di euro, checonsentono di avviare investimenti per oltre 1.925 milioni dieuro al fine di ammodernare e innalzare i livelli di sicurezzadella rete di 25 mila km di strade e autostrade in gestione".Lo ha detto il presidente dell'Anas Pietro Ciucci, nel corso diun'audizione alla Commissione Ambiente e Territorio dellaCamera dei Deputati. Gli stanziamenti previsti, che siaggiungono ai finanziamenti contenuti nella Legge di Stabilita'per il 2014, "rappresentano indubbiamente un passo importanteper consentire all'Anas di tornare ad investire in nuove opere,invertendo il trend negativo degli ultimi anni, che ha visto lasocieta' ricevere stanziamenti appena sufficienti a consentiredi far fronte agli interventi di manutenzione straordinariapiu' urgenti e di dare continuita' ai cantieri in corso". Ilpresidente dell'Anas ha ricordato che per quanto riguarda gliinterventi di competenza del Gruppo, il fabbisogno previstodalla relazione tecnica del decreto e' di 635 milioni di euro,per gli interventi appaltabili entro il 31 dicembre 2014 ecantierabili entro il 30 giugno 2015, e di 917 milioni di euro,per quelli appaltabili entro il 30 aprile 2015 e cantierabilientro il 31 agosto 2015. Infine, Ciucci e' tornatosull'argomento dell'ingresso dell'Anas sul mercato,sottolineando che per consentire alla societa' di svolgere almeglio il compito di grande concessionaria della rete stradaleed autostradale strategica, sarebbe opportuna e necessaria"l'adozione - nell'ambito di un programma condiviso con ilParlamento ed il Governo, nonche' con la nuova Autorita' per iTrasporti - di quei provvedimenti che le consentano diavvicinarsi sempre di piu' al mercato, soprattutto in questoparticolare momento storico in cui l'azionista pubblico staprocedendo ad una razionalizzazione della propriepartecipazioni". (AGI)