Samsung e' in crisi, Apple leader di mercato degli smatphone

(AGI) - Roma - Nella spietata lotta per la leadershipsul mercato degli smartphone, combattuta a colpi di nuoviprodotti e di cause  [...]

Samsung e' in crisi, Apple leader di mercato degli smatphone
(AGI) - Roma, 4 mar. - Nella spietata lotta per la leadershipsul mercato degli smartphone, combattuta a colpi di nuoviprodotti e di cause legali, Apple segna un altro punto nelquarto trimestre del 2014, con una quota di mercato del 20,4%che supera il 19,9% dell'eterna rivale Samsung. Sono i datidiffusi da Gartner, una delle principali societa' di analisi dimercato, che ha preso in esame i dati di vendita delleprincipali compagnie del settore. Negli ultimi tre mesi dell'anno passato, il colosso diCupertino ha venduto 74,8 milioni di pezzi, contro i 73 milionivenduti dalla concorrente sudcoreana. Nettamente staccata interza posizione la cinese Lenovo che, fresca di acquisizione diMotorola, nel corso del trimestre ha venduto 24,3 milioni dismart phone per una quota di mercato del 6,6%. Se l'iPhone 6 si e' rivelato un successo, e' invece semprepiu' crisi per Samsung, che ha chiuso il 2014 con la primaflessione degli utili in tre anni e ora si gioca tutto con ilnuovo Galaxy S6, presentato dall'azienda lunedi' scorso. Gliaddetti ai lavori hanno finora riservato una buona accoglienzaal dispositivo, che verra' lanciato il prossimo 10 aprile in 20paesi. Gli specialisti hanno lodato, in particolare, il designdel Galaxy S6, con un corpo in metallo leggero e non piu' inplastica, e l'eliminazione di quelle applicazioni superflueche, occupando molta memoria, erano state fonte di lamenteletra gli utenti. A impressionare non e' tanto l'arretramento di Samsung neiconfronti di Apple quanto il crollo della quota di mercatodell'azienda asiatica che solo un anno prima, nel quartotrimestre del 2013, si attestava al 29,5%, contro il 17,5% diApple. In sostanza, Samsung ha perso in un anno quasi il 10%degli acquirenti di smartphone mondiali, solo un quarto deiquali si e' rifugiato pero' nel 'melafonino'. Le altre quoteperse sono state rastrellate dai nuovi agguerriti produttoricinesi: oltre a Lenovo, Huawei e Xiaomi (rispettivamente quartae quinta in classifica), la cui quota di mercato e' invecesalita in un anno dal 2% al 5,1%. Perche', se in occidente c'e'stato un boom tale negli anni scorsi da rendere fisiologicol'attuale raffreddamento della domanda, la partita vera sigioca sui mercati emergenti. E lo sa bene anche la rinataBlackBerry, che ieri ha presentato il nuovo smartphoneBlackBerry Leap, un prodotto sofisticato ma di fascia media,dal costo inferiore ai 250 euro, rivolto a chi cerca una terzavia tra Cupertino e Seul. "Prevediamo di stabilizzare ilfatturato e tornare a crescere", promette l'ad del gruppo, JohnChen. Samsung e' avvisata. (AGI).