Renzi: piu' Africa per fonti energia, azione Eni "straordinaria"

(AGI) - Maputo, 19 lug. - L'Africa per l'Italia e per l'Europadeve essere una "priorita, non piu' un luogo da dimenticare". Eci vuole piu' Africa nella politica estera italiana, piu'Africa per diversificare gli approvvigionamenti energetici delPaese ma anche come scelta civile e solidale. Il presidente delConsiglio Matteo Renzi e' arrivato oggi a Maputo, capitale delMozambico, come prima tappa del suo viaggio nel Continente chelo portera' domani in Congo Brazzaville e lunedi' in Angola.Una missione politica, "e' la prima volta di un premieritaliano in Mozambico ma anche nell'Africa subsahariana se siesclude

Renzi: piu' Africa per fonti energia, azione Eni "straordinaria"
(AGI) - Maputo, 19 lug. - L'Africa per l'Italia e per l'Europadeve essere una "priorita, non piu' un luogo da dimenticare". Eci vuole piu' Africa nella politica estera italiana, piu'Africa per diversificare gli approvvigionamenti energetici delPaese ma anche come scelta civile e solidale. Il presidente delConsiglio Matteo Renzi e' arrivato oggi a Maputo, capitale delMozambico, come prima tappa del suo viaggio nel Continente chelo portera' domani in Congo Brazzaville e lunedi' in Angola.Una missione politica, "e' la prima volta di un premieritaliano in Mozambico ma anche nell'Africa subsahariana se siesclude la visita di Prodi del 2006 ad Adiss Abeba per l'UnioneAfricana", ha raccontato lui stesso, ma "business", in unastrategia imperniata su "tre gambe", pace, investimenti ecooperazione. Accompagnato una delegazione di una ventina diimprenditori di alto profilo, tra cui l'ad dell'Eni ClaudioDescalzi, l'ad di Finmeccanica Mauro Moretti e di SaipemUmberto Virgini, Renzi ha incontrato il presidente mozambicanoArmando Guebuza con cui ha ricordato il ruolo storico del Paesee le forti relazioni commerciali. Poi l'annuncio un megainvestimento nel Paese dal valore complessivo di 50 miliardi didollari nei prossimi sei anni tramite Eni e la sua presenzamassiccia nel Paese. Un'operazione "straordinaria" hacommentato il premier. "Se va in porto l'operazione - ha dettoRenzi - avremo gas sufficiente per i prossimi 30-40 anni"."Stiamo gettando le condizioni per il futuro dei nostri figli.Queste sono cose alle quali bisogna pensare per tempo", haaggiunto il premier. "L'Eni ha fatto in Mozambico la piu'grande scoperta di gas della sua storia" ha spiegato e' entratodopo nel dettaglio l'ad di Eni. "Si tratta - ha aggiunto - di2.400 miliardi di metri cubi di gas che consentirebbero disoddisfare il bisogno degli italiani per 30 anni". Il valoredei 50 miliardi, ha detto Descalzi, rappresenta "il valorecumulato di investimenti di due consorzi in due aree. Una primajoint venture, capeggiata da Eni e una del gruppo Anadarko". Idue consorzi, ha continuato Descalzi, svilupperano giacimenticomuni. "Sono investimenti - ha detto - fatti per valorizzareil gas trovato che sara' sviluppato attraverso l'Lng". "Unadecisione finale sara' presa alla fine di quest'anno e nelprossimo. Il n.1 di Eni ha soprattutto voluto rimarcare ilsignificato strategico di questo investimento: "l'Africa!, hadetto, "rappresenta una diversificazione a livello energetico","un importante sbocco" per le forniture all'Italia. "C'e' laRussia, ci sono gli Stati Uniti - ha detto l'ad del 'Cane a seizampe' - ma l'Eni, come societa' italiana ha trovato moltissimoin Africa, non solo in Mozambico ma anche in Angola, in Congo,in Ghana abbiamo una situazione per la nostra sicurezzaenergetica su un corridoio che non e' piu' est-ovest ma che e'nord-sud. E l'Italia,, gia' presente in Africa, puo' avere oramolte opportunita' per le sue aziende. "Si tratta - ha aggiuntol'ad di Eni - di societa' che hanno tecnologie e competenze eche hanno dimostrato il loro valore in paesi africani". (AGI) .