Posizione dominante, il rischio di Vivendi nella scalata a Mediaset

La corsa dei francesi potrebbe inciampare nei limiti alle concentrazioni, e l'Opa sarebbe nulla

Posizione dominante, il rischio di Vivendi nella scalata a Mediaset
 Fininvest Vivendi Mediaset

Roma - Abuso di posizione dominante: potrebbe essere questa la pietra d'inciampo in grado di fermare la corsa di Vivendi al controllo di Mediaset. I francesi, che a fine 2016 sono arrivati alla soglia dell'Opa obbligatoria con il 29,9% delle azioni Mediaset, avranno la risposta di Agcom nei prossimi mesi, alla fine dell'istruttoria. La data di chiusura è il 21 aprile prossimo. Qui la spiegazione della vicenda pubblicata oggi da Repubblica.

Il fatto è che Vivendi è già socia in Telecom che da sola supera il 40% dei ricavi del Sistema integrato delle comunicazioni (Sic). Nel sistema, Mediaset pesa per un altro 13% abbondante e questo farebbe saltare i limiti imposti dalla legge alle concentrazioni nel settore.