Pirelli 'cinese' vola in borsa: Pechino compra chimica europea

(AGI) - Milano, 23 mar. - Titolo Pirelli tonico in avvio dicontrattazioni, dopo che la China national chemical corporationha confermato l'acquisto del 26,2% della societa' a 15 euro perazione e il prossimo lancio di un'Opa. A meta' mattinata iltitolo segna un progresso dello 2,56% a 15,47 euro. L'ingresso di China National Chemical (CNCC), il maggioregruppo statale cinese della chimica, in Pirelli, ha acceso iriflettori sulla chimica cinese, che oggi attraversa una fasedi ammodernamento e specializzazione della propria produzioneper competere con i giganti della chimica internazionale. Ilsettore sta cercando di cambiare pelle

(AGI) - Milano, 23 mar. - Titolo Pirelli tonico in avvio dicontrattazioni, dopo che la China national chemical corporationha confermato l'acquisto del 26,2% della societa' a 15 euro perazione e il prossimo lancio di un'Opa. A meta' mattinata iltitolo segna un progresso dello 2,56% a 15,47 euro. L'ingresso di China National Chemical (CNCC), il maggioregruppo statale cinese della chimica, in Pirelli, ha acceso iriflettori sulla chimica cinese, che oggi attraversa una fasedi ammodernamento e specializzazione della propria produzioneper competere con i giganti della chimica internazionale. Ilsettore sta cercando di cambiare pelle e di contrastare ilgenerale rallentamento dell'economia cinese e il rischio disovrapproduzione in alcuni segmenti di produzione come ilbenzene o l'acido tereftalico purificato (Pta), utilizzato perla produzione di plastica e poliestere. "La natura e le caratteristiche dei gruppi cinesi - spiegaKPMG in un rapporto del 2013 sul settore chimico cinese - sonocambiati drammaticamente nel corso degli anni. Dati storici etrend di sviluppo delle maggiori imprese del settore rivelanotratti unici" che sono: attivita' su scala di proporzioni"gigantesche" e vasti portafogli di prodotti; innovazionetecnologica e un miglioramento della qualita' e del branding.Le imprese della chimica cinese , continua il rapporto, "hannospostato la loro priorita' dalla produzione al brand managemente stanno vivendo un processo di internazionalizzazione del lorobusiness. Un gran numero di compagnie stanno accuratamentepromuovendo i loro marchi sul mercato globale e stannocontinuando a esaminare investimenti all'estero eacquisizioni". (AGI).