Pensioni: Inps, 796 euro arretrati per redditi fino a 1500 euro

(AGI) - Roma, 25 giu. - Il prossimo 1 agosto i pensionati conun reddito inferiore a 1.500 euro percepiranno 796,27 euro diarretrati. Lo spiega, a titolo esemplificativo, la circolarecon cui l'Inps fornisce le istruzioni applicative del decretopensioni, con cui il governo ha definito l'entita' dellerivalutazioni degli assegni superiori a tre volte il minimodopo la sentenza della Corte Costituzionale. L'una tantumcomprende 210,6 euro di arretrati relativi al 2012, 447,2 europer il 2013, 89,96 per il 2014 e 48,51 per il 2015. A partiredal 2016, l'assegno mensile percepito dal pensionato sara' di1541,75

(AGI) - Roma, 25 giu. - Il prossimo 1 agosto i pensionati conun reddito inferiore a 1.500 euro percepiranno 796,27 euro diarretrati. Lo spiega, a titolo esemplificativo, la circolarecon cui l'Inps fornisce le istruzioni applicative del decretopensioni, con cui il governo ha definito l'entita' dellerivalutazioni degli assegni superiori a tre volte il minimodopo la sentenza della Corte Costituzionale. L'una tantumcomprende 210,6 euro di arretrati relativi al 2012, 447,2 europer il 2013, 89,96 per il 2014 e 48,51 per il 2015. A partiredal 2016, l'assegno mensile percepito dal pensionato sara' di1541,75 euro. Piu' in generale, per gli anni 2012-2013 viene riconosciutauna rivalutazione del 40% per i trattamenti pensionisticicomplessivamente superiori a tre volte il trattamento minimoInps e pari o inferiori a quattro volte il trattamento minimo,del 20% per i trattamenti superiori a quattro volte il minimo epari o inferiori a cinque volte e del 10% per quelli superioria cinque volte il minimo e pari o inferiori a sei volte ilminimo. La rivalutazione non e' riconosciuta per i trattamentisuperiori a sei volte, vale a dire circa 3.000 euro lordimensili. Per il 2014 e per il 2015 la rivalutazione e' pari al 20%dell'aumento ottenuto per ogni fascia di reddito nel biennio2012-2013. Per il 2016, la rivalutazione e' pari al 50%dell'aumento ottenuto per ogni fascia di reddito nel biennio2012-2013. Alla ricostituzione dei trattamenti pensionistici siprovvede d'ufficio. Le somme arretrate, spiega ancora l'Inps,devono essere assoggettate ad Irpef con il regime dellatassazione separata, con esclusione delle somme maturatesuccessivamente al 31 dicembre 2014, assoggettate, invece, atassazione ordinaria. (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it