P. a.: Cottarelli, difficile fare altri tagli, molto gia' fatto

(AGI) - Trento - Carlo Cottarelli, da Trento per il 'Festival dell'Economia' ha evidenziato come sia "difficilefare tagli ulteriori" alla spesa pubblica  

(AGI) - Trento, 31 mag. - Carlo Cottarelli, da Trento per il 'Festival dell'Economia' ha evidenziato come sia "difficilefare tagli ulteriori" alla spesa pubblica "poiche' gia' moltoe' stato fatto; sono stati fatti progressi con un taglio nettonel 2015 di 8 miliardi pari allo 0.25% del Pil. Un compartosolo, quello delle pensioni, e' aumentato di circa il 10%; ed acausa della crisi economica non si e' riusciti a fare moltosull'Irap". Parlando di tagli non lineari ha esemplificato:"Bisognerebbe tagliare nei comuni e nelle Asl non efficienti enon in tutti; si agisce un po' come i genitori che non sannochi dei figli e' colpevole e puniscono tutti indistintamente".Circa la spesa per la pubblica illuminazione - ha conclusoCottarelli- "osservando l'Italia dallo spazio viene da pensareche siamo il Paese dei Balocchi per le molte luci accese.Soluzioni? Usare lampadine efficienti e spegnere le luci nellestrade dove si possono spegnere, come da Fiumicino a Roma doveci sono lampade ogni 50 metri". Cottarelli ha posto l'accento sugli sprechi della pubblicaamministrazione nei ministeri italiani, con un esempio: "Quandoe' stata introdotta la posta elettronica - ha detto ildirettore esecutivo del Fondo monetario internazionale - ilnumero dei commessi negli uffici non si e' ridotto di molto;ancor oggi stanno alle loro scrivanie, nei corridoi e passanola giornata ad attendere incarichi. Mi e' stato detto che neiMinisteri ci sono dei corridoi enormi che non sono utilizzati,si potrebbe risparmiare sugli affitti, ma non si puo' perche'li' - mi dicono - devono stare le scrivanie dei commessi". Circa l'efficientamento Cottarelli ha precisato che"ridurre i costi nella Pubblica amministrazione pari oggi a 300mila unita', si puo' e si deve: come? Continuando ad attivareil blocco del turn over, ed in piu' concependo ed attuandosempre lo strumento della mobilita' per trasferire piuttostoche assumere". Un altro tema approfondito dal relatore a Trento hariguardato l'esternalizzazione. Secondo Cottarelli"bisognerebbe riportare all'interno della Pa i serviziappaltati fuori, come ad esempio cio' che riguarda i Tribunali,laddove si pagano guardie giurate invece che utilizzare leforze di Polizia interne. E - al contrario - bisognerebbeevitare che i poliziotti guidino le auto blu invece chededicarsi alla loro attivita' primaria istituzionale". Infine - citando il suo libro 'La lista della spesa: laverita' sulla spesa pubblica italiana e come si puo' tagliarla'- l'esperto di Spending review ha evidenziato come "i piccoliprivilegi che riguardano la politica, come le "mancette" nellaLegge di stabilita', e - anche se nel complesso non si trattadi cifre enormi dato che pesano 5 miliardi su 725 - si possonodefinire spese insopportabili, che io nel mio volume hoinquadrato nel capitolo dedicato all'"insostenibile leggerezzadei costi della politica". (AGI).