Omc2015: industria petrolifera, senza ricerca non c'e' futuro

(AGI) - Ravenna, 27 mar. - Un Paese che non investe nellaricerca e' un Paese dove l'industria petrolifera, che oggivanta un primato di eccellenze tecnologiche, rischia di nonavere un futuro. E' il grido di allarme lanciato a Ravennadalle compagnie petrolifere presenti in Italia a fronte dellegrandi potenzialita' del settore. Non si arresta, invece, laricerca per rendere sempre piu' sicure le attivita' che vede in prima linea lo Stato che opera in stretta collaborazione conl'Unione Europea. "I nostri impianti sono tra i piu' sicurial mondo", ha detto il Direttore generale per le Risorse

(AGI) - Ravenna, 27 mar. - Un Paese che non investe nellaricerca e' un Paese dove l'industria petrolifera, che oggivanta un primato di eccellenze tecnologiche, rischia di nonavere un futuro. E' il grido di allarme lanciato a Ravennadalle compagnie petrolifere presenti in Italia a fronte dellegrandi potenzialita' del settore. Non si arresta, invece, laricerca per rendere sempre piu' sicure le attivita' che vede in prima linea lo Stato che opera in stretta collaborazione conl'Unione Europea. "I nostri impianti sono tra i piu' sicurial mondo", ha detto il Direttore generale per le Risorseminerarie ed energetiche del Ministero dello SviluppoEconomico, Franco Terlizzese nella Sessione speciale OffshoreRegulations and Technologies: 5 years after Macondo, in cui e'stato fatto il punto sulle regolamentazioni messe in atto daipaesi coinvolti in attivita' estrattive (Italia, Cipro,Croazia) con riferimento alla direttiva europea, per evitare il ripetersi di episodi come quello del Golfo del Messico. Le stesse procedure di sicurezza applicate nell'offshoreper il controllo degli impianti, delle strutture e dellecondizioni ambientali, si stanno seguendo anche per laterraferma dove gli interessi sono puntati sui giacimentidella Basilicata, i piu' grandi dell'Europa continentale, quello della Val d'Agri (Eni-Shell-Total) e di Tempa Rossa(Total-Shell-Mitsui). Dal punto di vista ambientale sonoprevisti i piu' elevati standard di valutazione, regole piu'stringenti e programmi di monitoraggio della sismicita', delledeformazioni del suolo e delle pressioni e di poro nelrispetto delle linee guida recentemente pubblicate. (AGI)