Ok Bruxelles al piano di Atene, Fmi chiede di piu'

(AGI) - Roma, 24 feb. - L'Eurogruppo ha dato oggi il via liberaa procedere con il piano di riforme presentato dalla Greciaieri notte, ma ha anche fatto appello alle autorita' grecheperche' "sviluppino ulteriormente e amplino la lista di misuredi riforma, sulla base degli accordi esistenti". E' quanto silegge in un comunicato diffuso dall'Eurogruppo al termine diuna teleconferenza dei ministri delle Finanze della zona euro. "Siamo d'accordo di andare avanti con le procedurenazionali con l'obiettivo di raggiungere una decisionedefinitiva sull'estensione fino a 4 mesi" del programma diaiuti finanziari alla Grecia, afferma l'Eurogruppo.

(AGI) - Roma, 24 feb. - L'Eurogruppo ha dato oggi il via liberaa procedere con il piano di riforme presentato dalla Greciaieri notte, ma ha anche fatto appello alle autorita' grecheperche' "sviluppino ulteriormente e amplino la lista di misuredi riforma, sulla base degli accordi esistenti". E' quanto silegge in un comunicato diffuso dall'Eurogruppo al termine diuna teleconferenza dei ministri delle Finanze della zona euro. "Siamo d'accordo di andare avanti con le procedurenazionali con l'obiettivo di raggiungere una decisionedefinitiva sull'estensione fino a 4 mesi" del programma diaiuti finanziari alla Grecia, afferma l'Eurogruppo. La notaprecisa pero' anche che la lista di riforme presentata da Atene"sara' ulteriormente specificata, e quindi sara' concordata conle istituzioni al piu' tardi entro la fine di aprile". La notasi conclude con l'appello alle autorita' greche affinche'amplino la lista di misure in cantiere "in modo da raggiungereuna rapida e positiva conclusione" dell'attuale programma diaiuti. All'Eurogruppo arriva il placet dell'Eurotower. La letteradi Atene rappresenta un "valido punto di partenza per unaconclusione positiva del programma" sostiene il presidentedella Bce, Mario Draghi, il quale ha precisato che "gli impegnisottolineati dalle autorita' differiscono dagli impegnidell'attuale programma in alcuni settori". "Dato il tempo molto limitato disponibile", spiega Draghi,"non e' stato possibile per Atene "elaborare proposte concretee impegni su crescita, finanza pubblica e stabilita'finanziaria. Questo e' comprensibile". Tuttavia "gli impegnisottolineati dalle autorita' differiscono dagli impegnidell'attuale programma in alcuni settori" e quindi "durante larevisione dovremo valutare se le misure che non sonoaccettabili possano essere rimpiazzate con misure eguali omigliori in modo da raggiungere gli obiettivi del programma". Intanto, la cancelliera tedesca, Angela Merkel ha chiestoai membri del suo partito di votare in Parlamento l'estensionedegli aiuti alla Grecia. Tuttavia la cancelliera, secondoquanto riferisce un parlamentare presente all'incontro, ha poiprecisato che i negoziati con Atene proseguono. "Il lavoro none' ancora concluso". Secondo il presidente della Repubblica francese, FrancoisHollande, l'accordo sul prolungamento del programma di aiutidalla Grecia e' "un buon compromesso". "E' rispettoso dellescelte del popolo greco ma anche delle regole il cui rispettodeve essere garantito dall'Eurogruppo", ha detto dopo ilvertice bilaterale con il premier Matteo Renzi. Per il numero uno del Fmi, Christine Lagarde (in unamissiva al presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem), lalettera con gli impegni di Atene e' sufficiente per consentireal paese di ricevere gli aiuti, ma su alcune riforme "nonfornisce sufficienti dettagli". In particolare Lagarde ritienepositivo l'impegno di Atene "sulla lotta all'evasione fiscale es alla corruzione", ma esprime anche alcune riserve. "In alcunearee - scrive Lagarde - incluse alcune tra le piu' importanti,la lettera non contiene sufficienti rassicurazioni sulleriforme che il governo intende portare avanti". In particolaresu privatizzazioni, Iva, pensioni, liberalizzazioni e riformadel lavoro. (AGI).