Ocse: solo in Italia e Giappone Pil in calo nel III trimestre

(AGI) - Roma - L'Italia e il Giappone sono gli unicipaesi del G7 che nel terzo trimestre hanno registrato un calodel  [...]

(AGI) - Roma, 20 nov. - L'Italia e il Giappone sono gli unicipaesi del G7 che nel terzo trimestre hanno registrato un calodel Pil rispetto all'anno precedente. In confronto al secondotrimestre, fa sapere l'Ocse, l'economia italiana ha subito unacontrazione dello 0,1% e quella Giapponese dello 0,4%, inmiglioramento rispetto al -0,2% dell'Italia nel secondotrimestre e al -1,9% del Giappone nello stesso periodo. In uncontesto che vede tutta l'area Ocse avanzare lievemente (+0,5%contro il +0,4% congiunturale del secondo trimestre), sidistingiono la Gran Bretagna e gli Stati Uniti, rispettivamentea +0,7% e +0,9%, in leggera frenata rispetto al +0,9% e +1,1%del secondo trimestre. Leggera crescita per l'area euro a +0,2%dal +0,1% del secondo trimestre e crescita anemica per laGermania a +0,1% dal precedente -0,1% e migliore per la Franciaa +0,3%, anch'essa a -0,1% nei precedenti tre mesi. Sulla base dei dati tendenziali, basati sul confronto conlo stesso periodo dell'anno scorso, l'Italia resta inrecessione. Nel terzo trimestre l'economia della penisola,rileva l'Ocse, ha subito infatti una flessione dello 0,4%rispetto allo stesso periodo del 2013, dopo il -0,3% delsecondo trimestre e il -0,3% dei primi tre mesi. Maglia nera al Giappone, in contrazione dell'1,1% a causadell'impatto dell'aumento delle imposte, dopo il -0,1% deiprecedenti tre mesi. Rallentano l'intera area Ocse, che passada +1,9% a +,17%, i paesi del G7 ((da +1,8% a +1,5%%), fermal'area euro (a +0,8%), giu' la Germania (da +1,4% a +1,2),mentre migliora la Francia (da crescita zero a +0,4%). Bene ilRegno Unito, nonostante la leggera frenata (da +3,2% a +3%) egli Usa, che passano da +2,6% a +2,3%. (AGI).