I conti pubblici pagano il Covid: in 8 mesi il fabbisogno aumenta di 73,5 miliardi

I conti pubblici pagano il Covid: in 8 mesi il fabbisogno aumenta di 73,5 miliardi

Il saldo ha risentito della maggiore spesa delle Pa per l'erogazione delle prestazioni previste dai provvedimenti legislativi emanati al fine di contenere l'emergenza sanitaria

conti pubblici pagano covid fabbisogno in 8 mesi aumenta 

 Retribuzioni, buste paga, soldi, economia

AGI -  Il fabbisogno dei primi otto mesi del 2020 è risultato pari a circa 106 miliardi, in aumento di circa 73,5 miliardi rispetto a quello registrato nello stesso periodo del 2019. Lo comunica il Mef sottolineando che nel solo mese di agosto il disavanzo si è attestato a 3,5 miliardi, in peggioramento di circa 1,3 miliardi rispetto al risultato del corrispondente mese dello scorso anno (-2,239 miliardi).

Nel confronto con agosto 2019, spiega una nota, il saldo ha risentito della maggiore spesa delle Amministrazioni pubbliche per l'erogazione delle prestazioni previste dai provvedimenti legislativi emanati al fine di contenere l'emergenza Covid-19. Tale spesa è stata parzialmente compensata da un lieve aumento degli incassi fiscali. La spesa per interessi sui titoli di Stato presenta una diminuzione di circa 500 milioni.