​Sprint delle borse europee

​Sprint delle borse europee

Ottimismo sulle riaperture, sale il prezzo del petrolio. Listini europei in crescita di oltre in avvio di contrattazioni. Milano termina la seduta in rialzo dell'1,5%, spread Btp-Bund chiude in calo 

borse europee borsa milano petrolio 

 borse europee rialzo - afp

Piazza Affari consolida i guadagni delle ultime sedute con un'altra giornata molto positiva, con il Ftse Mib che chiude in rialzo dell'1,5% a quota 17.860 punti. A sostenere la borsa di Milano l'andamento di Wall Street, ben intonata dopo la chiusura di ieri, e gli acquisti sui titoli industriali e bancari. Bene anche le altre piazze europee grazie all'ottimismo sulle riaperture: Francoforte ha guadagnato lo 0,96%, Londra l'1,19%, Parigi l'1,46%. 

Sul paniere principale del listino milanese si mettono in mostra anche le banche, con Bper che stacca un rialzo in doppia cifra mentre le big Unicredit e Intesa salgono rispettivamente del 4,44 e del 2,99%; tonica anche Mediobanca (+5,66%). Fra gli industriali corre Leonardo (+6,7%); Fca (+3,39%) è ben comprata assieme a Cnh e alla holding Exor. Nel lusso corrono i titoli della moda (Ferragamo +7,28%), mentre resta al palo Ferrari. Poco mossa l'energia, ritracciano bruscamente Nexi e Diasorin, fino a questo momento fra i migliori titoli dell'anno. 

Lo spread tra Btp decennali e omologhi Bund tedeschi ha chiuso la giornata in calo sotto i 200 punti, come non accadeva da metà aprile. Il differenziale ha terminato la sessione a 197 punti, per un rendimento del Buono italiano all'1,538%.