Air Italy: 1.400 posti lavoro a rischio, di cui 900 a Malpensa

Air Italy: 1.400 posti lavoro a rischio, di cui 900 a Malpensa

I commissari liquidatori hanno illustrato ai dipendenti la possibile evoluzione della procedura, confermando "l'intenzione di adottare tutte le misure possibili di sostegno al reddito"

air italy licenziamenti 

Air Italy

Sono circa 1.400 i dipendenti di Air Italy che rischiano di perdere il posto con l'avvio della procedura di liquidazione della società. Di questi, circa 900 sono nella base di Milano-Malpensa, il resto nella sede storica di Olbia. Oggi i commissari liquidatori hanno illustrato ai dipendenti in una call la possibile evoluzione della procedura, confermando "l'intenzione di adottare tutte le misure possibili di sostegno al reddito, compatibili a norma di legge con la procedura di liquidazione stessa". 

La procedura dunque va avanti, ma i liquidatori sono al lavoro per valutare "tutte le possibilità di cessione di rami d'azienda, che comprendano il possibile mantenimento di tutti o di parte dei posti di lavoro". In questa fase l'azienda si assume dunque l'impegno di cercare, mediante la vendita dei rami d'azienda, di mantenere tutti o in parte i posti di lavoro degli oltre 1.400 dipendenti, tra Olbia e Malpensa. Questo vuol dire che al momento non partirà alcuna lettera di licenziamento.