Assemblea Cna, De Magistris a governo "sud non è zavorra"

Al centro del dibattito la Legge di Bilancio, il carico fiscale, Equitalia, la riduzione degli oneri burocratici, gli incentivi all’innovazione 4.0, i sostegni dell’occupazione

Assemblea Cna, De Magistris a governo "sud non è zavorra"
 De Magistris Cna (Agf)

Napoli - Artigiani e piccoli imprenditori si sono oggi radunati alla mostra d'Oltremare di Napoli per l'assemblea annuale della Cna (Confederazione Nazionale dell'Artigianato) che quest'anno festeggia il 70esimo anniversario dalla fondazione. 

Fra i temi principali al centro dell'appuntamento la legge di bilancio, il carico fiscale, Equitalia, la riduzione degli oneri burocratici, gli incentivi all’innovazione 4.0, i sostegni dell'occupazione, il rilancio della domanda interna. Il primo intervento è affidato al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris che ci tiene a sottolineare al governo che il sud non deve essere considerato una zavorra. "Napoli non vuole perdere la sua vocazione industriale ma è una città soprattutto di commercio". "Nei prossimi cinque anni saremo al fianco degli imprenditori, della gente per bene, non dei prenditori. Dobbiamo superare la dicotomia tra pubblico e privato", conclude il primo cittadino.

                             

DELRIO SU BILANCIO: AUSTERITY E' MEDICINA SBAGLIATA

L'austerity e' "una medicina sbagliata per il nostro Paese". Lo dice a Napoli il ministro per le Infrastrutture Graziano Delrio durante l'assemblea nazionale della Cna. "Il presidente del Consiglio non va a fare il matto in Europa ma a difendere i vostri interessi - spiega - poi chiediamo all'Europa di rispettare gli accordi. Noi non stiamo facendo i matti in Italia, il tasso di disoccupazione sta scendendo quello di occupazione sta salendo. Non siamo contenti dobbiamo spingere molto di piuù sugli investimenti. Non chiediamo regole specifiche ma che venga applicata la stessa attenzione come in altri Paesi. Su questo ci stiamo impegnando. Le misure sulle legge di stabilità dicono che stimoliamo oltre 4 miliardi di investimenti privati, 12 di investimenti pubblici, perché vogliamo che ci sia una forte spinta al Paese, che sia efficiente e produttivo"

E sulla legge di stabilità il ministro crede "ci siano elementi perché la crescita nel 2017 sia quella che prevediamo. Delrio sottolinea che "è un'operazione che tende a guardare a queste persone con un occhio diverso" e che "favorisce investimenti in industria, impresa, investimenti pubblici e vuole far partire un piano di rigenerazione urbana nelle città con incentivi per l'edilizia". 

PRESIDENTE CNA: "SI' AL REFERENDUM, SERVE STABILITA'"

Il Sì alla riforma costituzionale arriva dalla Confederazione Nazionale dell'Artigianato, perché occorre stabilità. "Abbiamo visto quanto sull'efficacia dei processi di riforma sia decisiva la stabilità dei governi. La continuità con cui si perseguono le scelte politiche fatte. La forza e gli strumenti per realizzarle. Percorsi legislativi più semplici e più veloci. Una distribuzione dei compiti assegnati ai diversi livelli di governo più chiari e più netti", dice a Napoli in occasione dell'assemblea annuale il presidente Daniele Vaccarino, che già a luglio scorso aveva avuto parole di consenso per la legge Boschi.

Cna vuole "concorrere alla realizzazione del progetto di modernizzazione dell'Italia - spiega Vaccarino - grazie a un più forte riconoscimento del ruolo e dell'azione dei soggetti della rappresentanza. Un riconoscimento che passa anche attraverso una specifica valorizzazione del ruolo e delle funzioni del sistema camerale, ora ampiamente riformato, che può e deve continuare a dare impulso alle economie locali ed alle piccole imprese".

Le misure economiche del governo per il 2017 sono "particolarmente attese" dalla Confederazione Nazionale dell'artigianato "perché la nostra economia, che con fatica sta riemergendo dalle profondità della crisi - commenta ancora il presidente - è troppo lenta per uscire dalla palude degli zero-virgola. Imbrigliata dalla burocrazia, dalla esorbitante pressione fiscale, dalla diffusa illegalità ma tuttavia forte di un tessuto imprenditoriale vitale e da una ingente ricchezza privata. Ci attende un altro anno in salita la cui ripidità dipenderà anche dagli effetti della manovra". Vaccarino dà atto "al governo di aver fatto un buon lavoro con il disegno di legge di Bilancio. Il nostro giudizio è complessivamente positivo". 

DE LUCA: SBUROCRATIZZO REGIONE PER SVILUPPO IMPRESE

"Gli imprenditori del Cna hanno aiutato a consolidare l'unità del nostro Paese, per me l'impresa è un valore aggiunto". Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca all'assemblea a Napoli della Confederazione. "In Regione Campania stiamo creando le condizioni migliori per lo sviluppo partendo dalla sburocratizzazione", conclude. ‚Äč(AGI)