Lavoro: Renzi, di sinistra e' crearlo e non parlarne nei salotti

(AGI) - Trento, 30 mag. - "La sinistra e' sinistra se creaposti di lavoro, non se ne parla nei salotti con le tartine alsalmone". A dirlo il premier, Matteo Renzi, al festivaldell'Economia di Trento. Con le riforme fatte dal governo, harivendicato, "il costo del lavoro per l'imprenditore e'diminuito, ma al lavoratore non e' stato toccato un centesimo,e anzi a 10 milioni di italiani sono andati piu' soldi conl'operazione degli 80 euro". Per quanto riguarda il jobs act,ha aggiunto Renzi, "io punto a far crescere il numero deilavoratori, ma anche far passare

(AGI) - Trento, 30 mag. - "La sinistra e' sinistra se creaposti di lavoro, non se ne parla nei salotti con le tartine alsalmone". A dirlo il premier, Matteo Renzi, al festivaldell'Economia di Trento. Con le riforme fatte dal governo, harivendicato, "il costo del lavoro per l'imprenditore e'diminuito, ma al lavoratore non e' stato toccato un centesimo,e anzi a 10 milioni di italiani sono andati piu' soldi conl'operazione degli 80 euro". Per quanto riguarda il jobs act,ha aggiunto Renzi, "io punto a far crescere il numero deilavoratori, ma anche far passare chi aveva un lavoro precario aun contratto a tutele crescenti, che significa mutuo, ferie,malattia, maternita', e' positivo". Parlando del mondodell'economia, poi, il premier ha detto di preferire "che leaziende italiane si quotino" piuttosto del "sistema dicapitalismo di relazione che ha fatto un pezzo di storia, mache ha distrutto alcune opportunita'". "L'elemento chiave inItalia e' che in questi anni non ci siamo piu' occupatidell'economia reale" e su questo tema "c'e' una responsabilita'anche della classe dirigente economica, nessuno si puo' sentireassolto". "La finanza non e' il nemico: il punto centrale e'che la finanza che si e' preoccupata solo di fare soldi hadistrutto un pezzo di economia che ora va messo in condizionidi ripartire", ha concluso Renzi. (AGI).