Lavoro: Camusso avverte Renzi. "Con decreto sciopero generale"

(AGI) - Cervia - "Dovra' essere una grandemanifestazione e non bastera' indirla per riempire la piazza,il clima e' complicato. Dobbiamo chiedere  [...]

Lavoro: Camusso avverte Renzi. "Con decreto sciopero generale"

(AGI) - Cervia, 28 set. - "Dovra' essere una grandemanifestazione e non bastera' indirla per riempire la piazza,il clima e' complicato. Dobbiamo chiedere a tutti, anche aprecari, disoccupati, inoccupati, di essere in piazza non solocontro il governo, ma anche per condividere le nostreproposte". Il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso,intervenendo a Cervia all'Assemblea nazionale della Fiom,lancia un appello in vista della manifestazione del 25 ottobrea Roma di tutta la Confederazione. La Camusso e' attesa nelprimo pomeriggio a Bologna per la direzione nazionale dellaCgil in cui verra' presa la decisione finale sullamanifestazione del 25. "Alla manifestazione saremo da soli ma- e nella Fiom c'e' una sensibilita' su questo che non c'e'nelle altre categorie - noi dobbiamo reincrociare Cisl e Uil, enel direttivo di oggi pomeriggio faremo in modo diproporglielo. Se le decisioni del governo andranno nel sensoche sembra - ha detto ancora Camusso - proclameremo losciopero generale".

Landini (Fiom): il 25 ottobre inizia una nuova fase di mobilitazione

Se sul jobs act, quindi, "si decide diprocedere con il decreto bisogna proclamare lo scioperogenerale". La Camusso ha poi spiegato: "Il 25 ottobre sara'l'inizio di una stagione di mobilitazione che si articolera'non solo con le grandi manifestazioni, ma anche in tutti iterritori. Tutta la discussione di questo periodo e' puntata adividere, a partire dal lavoro. Noi dobbiamo fare quello chesappiamo: unire i lavoratori". L'assemblea si concludera' conl'intervento del segretario nazionale della Fiom, MaurizioLandini, e la proposta di un documento conclusivo unitario. LaCgil ha deciso di scendere in piazza il 25 ottobre ma e' apertaalla partecipazione delle altre sigle sindacali. "La nostrapiattaforma e' accogliente, se condividono vengano", hadichiarato il segretario generale Susanna Camusso, parlandoall'assemblea Fiom in corso a Cervia. "La divisione - haaggiunto - e' uno straordinario argomento in mano al governo ealla divisione dei lavoratori". Camusso ha riconosciuto che"c'e' una sensibilita' diversa dentro la Fiom sul tema diessere solo la Cgil"; "per voi - ha sottolineato - rischia diessere un po' scontato ma invece credo che bisogna insisteresul fatto che dobbiamo reincrociare Cisl e Uil".

Per la leaderdella Cgil "bisogna costruire un punto di tenuta sui contenuti"ed il messaggio che bisogna dare e' di "rappresentanzauniversale del lavoro: non si puo' offrire l'idea di lavoro, diliberta' del lavoro, di universalita' dei diritti dandol'impressione che il sindacato non e' unito su queste cose"."Poi abbiamo tanto da discutere - ha quindi precisato - Hosentito le affermazioni di un segretario dimissionario che mihanno fatto pensare che non ci fosse il necessario rispetto neiconfronti della Cgil, ma credo che dobbiamo guardare davvero unpo' in avanti".