La piattaforma digitale per i servizi di termo-idraulica Desivero chiude un round da 1,5 milioni

Desivero, partita nel 2016 dal Triveneto, ideata da Nino Piredda, ha anche annunciato i risultati del primo semestre 2018: una crescita del 300% rispetto all’anno precedente e quasi un milione di euro di fatturato

La piattaforma digitale per i servizi di termo-idraulica Desivero chiude un round da 1,5 milioni

Desivero, piattaforma digitale di servizi di termo-idraulica, ha chiuso un round di investimento (il secondo) di 1,5 milioni di euro guidato dal Gruppo Clerici, società attiva nella fornitura di arredo bagno e materiale idrotermosanitario. L’investimento è destinato allo sviluppo tecnologico della piattaforma, alla sua promozione e all’inserimento di nuove risorse e collaboratori. Desivero, partita nel 2016 dal Triveneto, ideata da Nino Piredda, ha anche annunciato i risultati del primo semestre 2018: una crescita del 300% rispetto all’anno precedente e quasi un milione di euro di fatturato. 

Non il tradizionale e-commerce di settore. Desivero fornisce in rete anche consulenza e supporto nella scelta di prodotti e soluzioni per la casa, in particolare rinnovo dei bagni o della rubinetteria di casa, installazione di nuovi impianti di riscaldamento o raffrescamento. Tra le ultimissime innovazioni della piattaforma, lo sviluppo del Wizard Desivero, una sorta di consulente virtuale che consente all’utente di configurare la migliore soluzione per la climatizzazione della casa. Il tool è costituito da un motore di calcolo che recepisce tutte le informazioni di profilazione dell’utente, guidandolo passo dopo passo, attraverso quesiti sulla tipologia di abitazione, l’esposizione, il numero delle stanze, l’altezza dei soffitti e altre informazioni utili allo scopo del Wizard: individuare e scegliere il sistema considerato più adatto alla propria abitazione, tenendo conto delle esigenze di climatizzazione e dei consumi. 

“Molti i fattori che hanno contribuito alla nostra crescita - ha dichiarato Nino Piredda - sicuramente il mercato italiano che, secondo i dati di ANGAISA, vale ancora pochi punti (2/3%) in termini di volume d’affari dell’e-commerce nel nostro settore ma cresce in maniera costante. Un’opportunità di business tutta da conquistare. Oltre il mercato, la continua evoluzione della piattaforma in termini di user experience e un team affiatato e solido hanno dato una fondamentale impennata al nostro successo”.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.