Jobs Act: Poletti, si apre fase nuova per lavoro in Italia

(AGI) - Roma, 7 mar. - "Da oggi si apre una fase nuova per illavoro in Italia, nel segno di una maggiore certezza di regoleper le imprese, di una prospettiva di stabilita' per ilavoratori, di un ampliamento delle tutele". E' quanto si leggein una nota del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, nelgiorno in cui entrano in vigore i decreti attuativi del JobsAct. "Con il contratto a tutele crescenti, certo sotto ilprofilo della regolamentazione del rapporto di lavoro econveniente sotto il profilo economico -con la decontribuzionetriennale per i nuovi assunti e la

(AGI) - Roma, 7 mar. - "Da oggi si apre una fase nuova per illavoro in Italia, nel segno di una maggiore certezza di regoleper le imprese, di una prospettiva di stabilita' per ilavoratori, di un ampliamento delle tutele". E' quanto si leggein una nota del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, nelgiorno in cui entrano in vigore i decreti attuativi del JobsAct. "Con il contratto a tutele crescenti, certo sotto ilprofilo della regolamentazione del rapporto di lavoro econveniente sotto il profilo economico -con la decontribuzionetriennale per i nuovi assunti e la deducibilita' dal calcolodell'imponibile Irap della componente lavoro- le imprese nonavranno piu' alibi, e potranno procedere a nuove assunzioni atempo indeterminato, che potra' cosi' diventare, dopo decennidi prevalenza di molteplici tipologie contrattuali precarie, laforma contrattuale ordinaria per i nuovi rapporti di lavoro,con riflessi positivi sulle prospettive di vita dei lavoratorie, di conseguenza, anche su una ripresa dei consumi", aggiungePoletti. "A questo - prosegue il ministro del Lavoro - siunisce una nuova regolamentazione degli strumenti di sostegnoper chi resta senza lavoro, che amplia la platea di chi ne puo'beneficiare e delinea un intervento di politiche attive cheaiutino nella ricerca di una nuova occupazione. Con l'entratain vigore dei primi due decreti di attuazione del disegno dilegge delega si avvia la costruzione di un nuovo mercato dellavoro piu' efficiente ed efficace, ed al tempo stesso piu'equo ed inclusivo, che migliora la capacita' del nostro paesedi stare al passo con le evoluzioni del quadro economico e dicogliere al meglio le opportunita' legate ai segnali di ripresache in queste ultime settimane si stanno delineando conmaggiore chiarezza". (AGI) .