Jobs Act: Poletti, non previsto in origine per P. A.

(AGI) - Bologna, 16 mar. - "Il Jobs act non era previsto inorigine che si occupasse della pubblica amministrazione perche'c'era la delega Madia in corso e quindi e' normale che siacosi'": lo ha detto il ministro del Lavoro e delle politichesociali, Giuliano Poletti, commentando l'esclusione deidipendenti pubblici dalle norme previste nella legge delega sullavoro. "Credo che il diritto del lavoro- ha spiegato Poletti amargine di un convegno organizzato dalla Cisl Bologna - quindila tipologia di regole debba essere la piu' diffusa e uniformepossibile. Poi sappiano che il lavoro pubblico ha delle

(AGI) - Bologna, 16 mar. - "Il Jobs act non era previsto inorigine che si occupasse della pubblica amministrazione perche'c'era la delega Madia in corso e quindi e' normale che siacosi'": lo ha detto il ministro del Lavoro e delle politichesociali, Giuliano Poletti, commentando l'esclusione deidipendenti pubblici dalle norme previste nella legge delega sullavoro. "Credo che il diritto del lavoro- ha spiegato Poletti amargine di un convegno organizzato dalla Cisl Bologna - quindila tipologia di regole debba essere la piu' diffusa e uniformepossibile. Poi sappiano che il lavoro pubblico ha delleparticolarita' a cominciare dal fatto che e' costituzionalmenteprevisto che la gente entri nella pubblica amministrazioneattraverso concorso. Quindi credo che le normative che andremoa fare saranno diffusamente omogenee esclusa la parte che fariferimento alla peculiare caratteristica del lavoro pubblico".A chi gli chiedeva sul rischio di favoritismi il ministro harisposto: "Direi di no". (AGI).