Jobs Act: il reintegro solo per licenziamenti disciplinari

(AGI) - Roma, 18 nov. - Ci sara' soltanto un indennizzoeconomico per i lavoratori licenziati ingiustamente per motivieconomici. Lo prevede l'emendamento del governo al jobs act cheesclude "per i licenziamenti economici la possibilita' dellareintegrazione del lavoratore nel posto di lavoro, prevedendoun indennizzo economico certo e crescente con l'anzianita' diservizio". L'emendamento al comma 7 del ddl delega sul lavoro, quelloche modifica appunto il 'famigerato' articolo 18 dello Statutodei lavoratori, prevede infatti "il reintegro per specificicasi di licenziamento disciplinare ingiustificato". L'emendamento esclude "per i licenziamenti economici lapossibilita' della reintegrazione del lavoratore nel

(AGI) - Roma, 18 nov. - Ci sara' soltanto un indennizzoeconomico per i lavoratori licenziati ingiustamente per motivieconomici. Lo prevede l'emendamento del governo al jobs act cheesclude "per i licenziamenti economici la possibilita' dellareintegrazione del lavoratore nel posto di lavoro, prevedendoun indennizzo economico certo e crescente con l'anzianita' diservizio". L'emendamento al comma 7 del ddl delega sul lavoro, quelloche modifica appunto il 'famigerato' articolo 18 dello Statutodei lavoratori, prevede infatti "il reintegro per specificicasi di licenziamento disciplinare ingiustificato". L'emendamento esclude "per i licenziamenti economici lapossibilita' della reintegrazione del lavoratore nel posto dilavoro, prevedendo un indennizzo economico certo e crescentecon l'anzianita' di servizio e limitando il diritto allareintegrazione ai licenziamenti nulli e discriminatori e aspecifiche fattispecie di licenziamento disciplinareingiustificato". (AGI) .