Istat: prezzi import prodotti industriali -0, 9% a luglio

(AGI) - Roma, 17 set. - Prezzi all'importazione dei prodottiindustriali in calo a luglio. L'indice calcolato dall'Istatdiminuisce dello 0,9% rispetto al mese precedente e del 4,5%nei confronti di luglio 2014. Prosegue quindi la fase dideflazione dal lato dei prezzi dei beni importati, che tuttaviasembra in gran parte caratterizzata dalla flessione dei benienergetici: al netto del comparto energetico l'indicediminuisce dello 0,1% rispetto al mese precedente ma aumentadello 0,9% in termini tendenziali.I prezzi dei beni importatipresentano, rispetto al mese precedente, una variazione nullaper l'area euro e una diminuzione dell'1,5% per l'area non

(AGI) - Roma, 17 set. - Prezzi all'importazione dei prodottiindustriali in calo a luglio. L'indice calcolato dall'Istatdiminuisce dello 0,9% rispetto al mese precedente e del 4,5%nei confronti di luglio 2014. Prosegue quindi la fase dideflazione dal lato dei prezzi dei beni importati, che tuttaviasembra in gran parte caratterizzata dalla flessione dei benienergetici: al netto del comparto energetico l'indicediminuisce dello 0,1% rispetto al mese precedente ma aumentadello 0,9% in termini tendenziali.I prezzi dei beni importatipresentano, rispetto al mese precedente, una variazione nullaper l'area euro e una diminuzione dell'1,5% per l'area noneuro. Cio' riflette in gran parte il peso elevato che hanno iprodotti energetici nelle importazioni dai paesi extra-europei.In termini tendenziali si registra una variazione positivadello 0,1% per l'area euro ed una diminuzione del 7,9% perquella non euro. Riguardo ai contributi settoriali alla dinamica tendenzialedell'indice generale, per l'area euro quello piu' rilevantederiva dai beni strumentali (+0,8 punti percentuali). Perl'area non euro il contributo piu' ampio proviene dall'energia(-9,0 punti percentuali). Il settore di attivita' economica per il quale si rileval'aumento tendenziale dei prezzi piu' marcato e' per l'areaeuro quello della fabbricazione di mezzi di trasporto (+4,5%) eper l'area non euro quello delle altre industriemanifatturiere, riparazione e installazione di macchine edapparecchiature (+5,1%). .