Istat, deflazione si riduce a -0,2% a febbraio

(AGI) - Roma - Migliora lo stato deflazionisticodell'economia italiana a febbraio. Secondo le stime preliminaridell'Istat, l'indice nazionale dei prezzi al consumo perl'intera collettivita', al lordo dei tabacchi, aumenta dello0,3% su base mensile e segna un calo su base annua pari allo0,2%, meno ampio rispetto al -0,6% di gennaio. L'attenuazione della flessione su base annua dell'indicegenerale e' dovuta in primo luogo alla netta ripresa dei prezzidei Vegetali freschi (+11,2%, da -1,7% di gennaio);contribuiscono poi l'accelerazione della crescita tendenzialedei prezzi dei Servizi relativi ai Trasporti (+1,4%, da +0,3%di gennaio), l'inversione

Istat, deflazione si riduce a -0,2% a febbraio

(AGI) - Roma, 27 feb. - Migliora lo stato deflazionisticodell'economia italiana a febbraio. Secondo le stime preliminaridell'Istat, l'indice nazionale dei prezzi al consumo perl'intera collettivita', al lordo dei tabacchi, aumenta dello0,3% su base mensile e segna un calo su base annua pari allo0,2%, meno ampio rispetto al -0,6% di gennaio. L'attenuazione della flessione su base annua dell'indicegenerale e' dovuta in primo luogo alla netta ripresa dei prezzidei Vegetali freschi (+11,2%, da -1,7% di gennaio);contribuiscono poi l'accelerazione della crescita tendenzialedei prezzi dei Servizi relativi ai Trasporti (+1,4%, da +0,3%di gennaio), l'inversione di tendenza di quelli dei Tabacchi(+3,7%, da -0,4% di gennaio) e il parziale ridimensionamentodel calo su base annua dei prezzi degli Energetici nonregolamentati (-12,8%; era -14,0% il mese precedente).

Inflazione, carrello spesa torna a salire, +0,7%

Alnetto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici,l'"inflazione di fondo" sale a +0,6% (da +0,3% di gennaio); alnetto dei soli beni energetici si porta a +0,7% (era +0,3% ilmese precedente). Il rialzo mensile dell'indice generale e' da ascrivereprincipalmente all'aumento dei prezzi dei Vegetali freschi(+8,2%) - condizionati da fattori stagionali - e di quelli deiTabacchi (+4,1%); un contributo all'aumento viene inoltre dalrialzo dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (+0,8%),anch'essi in parte influenzati da fattori stagionali. L'inflazione acquisita per il 2015 e' pari a -0,3%.

Rispetto a febbraio 2014, i prezzi dei beni diminuisconodello 0,9% (era -1,5% a gennaio) e il tasso di crescita deiprezzi dei servizi accelera (+0,8%, da +0,5% del meseprecedente). Di conseguenza, rispetto a gennaio 2015 ildifferenziale inflazionistico tra servizi e beni si riduce ditre decimi di punto percentuale. Secondo le stime preliminari, l'indice armonizzato deiprezzi al consumo (Ipca) aumenta dello 0,3% su base mensile efa registrare una ripresa della crescita su base annua (+0,1%,da -0,5% di gennaio). (AGI)