Inflazione: Istat, ad agosto conferma +0, 2% mese, -0, 1% annuo

(AGI) - Roma, 12 set. - L'inflazione, ad agosto, e' salitadello 0,2% rispetto al mese precedente ed e' calata dello 0,1%nei confronti del mese di agosto 2013. Lo rileva l'Istat,confermando la stima preliminare.La dinamica tendenziale dell'indice generale e' principalmentedovuta all'accentuarsi della flessione annua dei prezzi deiBeni energetici (con quelli non regolamentati che da +0,4% diluglio passano a -1,2%) e al rallentamento della crescitatendenziale dei prezzi dei servizi; andamenti solo in partecontrobilanciati dal ridimensionamento della flessione deiprezzi degli Alimentari non lavorati (-1,8%, da -2,9% diluglio). Al netto dei soli beni

(AGI) - Roma, 12 set. - L'inflazione, ad agosto, e' salitadello 0,2% rispetto al mese precedente ed e' calata dello 0,1%nei confronti del mese di agosto 2013. Lo rileva l'Istat,confermando la stima preliminare.La dinamica tendenziale dell'indice generale e' principalmentedovuta all'accentuarsi della flessione annua dei prezzi deiBeni energetici (con quelli non regolamentati che da +0,4% diluglio passano a -1,2%) e al rallentamento della crescitatendenziale dei prezzi dei servizi; andamenti solo in partecontrobilanciati dal ridimensionamento della flessione deiprezzi degli Alimentari non lavorati (-1,8%, da -2,9% diluglio). Al netto dei soli beni energetici, l'inflazione sale inveceallo 0,4% (da +0,3% di luglio), mentre l'"inflazione di fondo",al netto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici,scende allo 0,5% (dallo 0,6% del mese precedente). A contribuire al rialzo mensile dell'indice generale sonoessenzialmente i prezzi dei Servizi relativi ai trasporti(+3,8%), su cui incidono fattori di natura stagionale. Questoaumento e' solo in parte compensato dal calo mensile dei prezzidegli Energetici non regolamentati (-0,5%). L'inflazione acquisita per il 2014 sale allo 0,4% dallo0,3% di luglio. Rispetto ad agosto 2013, i prezzi dei beni diminuisconodello 0,6% (lo stesso valore di luglio) mentre il tasso dicrescita dei prezzi dei servizi rallenta (+0,6%, da +0,7% delmese precedente). Pertanto, rispetto a luglio 2014, ildifferenziale inflazionistico tra servizi e beni si riduce diun decimo di punto percentuale. I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa edella persona registrano una variazione congiunturale nulla euna flessione tendenziale (-0,2%) meno ampia di quellaregistrata a luglio (-0,6%). I prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto nonvariano su base mensile e presentano un tasso di crescita subase annua stabile allo 0,2%. L'indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA)diminuisce dello 0,2% in termini sia congiunturali siatendenziali (a luglio, il tasso tendenziale era nullo). Anchein questo caso, la stima preliminare e' confermata. L'indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie dioperai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, aumenta dello0,2% su base mensile e diminuisce dello 0,1% rispetto ad agosto2013. (AGI).