Ilva: a Taranto da oggi contratti di solidarieta' per 2. 310

(AGI) - Taranto - Parte da oggi la nuova fase dicontratti di solidarieta' all'Ilva di Taranto. Da oggi e sino afine mese  [...]

(AGI) - Taranto, 23 mar.- Parte da oggi la nuova fase dicontratti di solidarieta' all'Ilva di Taranto. Da oggi e sino afine mese saranno 2.310 i lavoratori interessati al contrattodi solidarieta' che prevede meno ore di lavoro ed un tagliodella retribuzione in parte compensato dall'Inps. E intantodopo l'altoforno 5 fermato nei giorni scorsi per i lavoridell'Autorizzazione integrata ambientale, tra domani e giovedi'e' prevista la fermata dell'acciaieria 1 del siderurgico.Producendo meno ghisa, c'e' meno attivita' a valle. E diconseguenza cresce anche il ricorso ai contratti disolidarieta', l'ammortizzatore sociale concordato tra azienda esindacati per gestire questa particolare fase diristrutturazione. Con l'aumento degli impianti fermi, aumentera' nell'Ilvaanche il numero dei lavoratori soggetti ai contratti disolidarieta', dai 2.310 di questo periodo ad oltre 3mila traaprile e giugno. Oltre 800 addetti in piu'. In particolare, adaprile la solidarieta' tocchera' 3.131 lavoratori (di cui 2.222tra altiforni, acciaierie, laminatoi e tubifici e 421 tracarpenteria e officine meccaniche ed elettriche) mentrel'inattivita' riguardera' 3.128 unita' a maggio e 3.178 agiugno. La sospensione prevista, rende noto l'Ilva, sara'quella della giornata intera di solidarieta' ma resta comunquela disponibilita' dei reparti ad adottare l'ora giornaliera. Inumeri definiti oggi si rifanno all'accordo delle scorsesettimane che ha previsto che a Taranto vada in solidarieta' unnumero massimo di 4.074 addetti. Circa 500 in piu' rispetto aicirca 3.500 delle intese del 2014 e 2013. Questo, infatti, e'il terzo anno di solidarieta' all'Ilva. Con un particolarepero': nei due anni precedenti la solidarieta' non e' maiandata oltre i 1.500-1.600 addetti a fronte dei 3.500individuati nelle intese, adesso, invece, c'e' maggiorecorrispondenza tra numeri effettivi e quelli dell'accordo.Questo perche' sta aumentando il numero degli impianti soggettia fermata produttiva. Nei prossimi giorni, a valle delle ultimefermate, l'Ilva sara', infatti, in attivita' con due altifornisu quattro e con un'acciaieria su due.(AGI).