Il Piemonte sull'orlo del crack: disavanzo da 6 miliardi

(AGI) - Torino, 20 ott. - Un disavanzo di 5,8 miliardi di europer la Regione Piemonte. A certificarlo, stamattina, e' statala Corte dei Conti, durante l'udienza per il giudizio diparifica sul bilancio 2014 dell'ente regionale. "Nessuna sorpresa - ha commentato il governatore SergioChiamparino - la situazione e' molto complessa, ma, come hogia' dichiarato l'anno scorso, non intendiamo fare spallucce oesimerci dal farci carico della continuita' dell'ente. Quelloche non vogliamo fare invece e' di assumerci la responsabilita'di errori commessi da altri prima di noi o di errateinterpretazioni o definizioni attribuite alla legge

(AGI) - Torino, 20 ott. - Un disavanzo di 5,8 miliardi di europer la Regione Piemonte. A certificarlo, stamattina, e' statala Corte dei Conti, durante l'udienza per il giudizio diparifica sul bilancio 2014 dell'ente regionale. "Nessuna sorpresa - ha commentato il governatore SergioChiamparino - la situazione e' molto complessa, ma, come hogia' dichiarato l'anno scorso, non intendiamo fare spallucce oesimerci dal farci carico della continuita' dell'ente. Quelloche non vogliamo fare invece e' di assumerci la responsabilita'di errori commessi da altri prima di noi o di errateinterpretazioni o definizioni attribuite alla legge 35, per laquale ci siamo mossi sempre e soltanto su autorizzazionescritta del Ministero". Quindi l'appello al Governo: "Serve unintervento legislativo a livello nazionale, che pero' non puo'essere demandato alla legge di stabilita', i cui tempi lunghinon ci permetterebbero di approvare il bilancio nei terminiprevisti dalla legge".(AGI).