I consumi ripartono, oltre l'1% nel 2015

(AGI) - Milano, 8 giu. - La ripresa dei consumi potrebbe esserepiu' accentuata rispetto a quanto rilevato finora e i dati diaprile "avvalorano, unitamente alle indicazioni positiveprovenienti da altri indicatori congiunturali" l'ipotesi di unacrescita "superiore all'1% gia' nel 2015". Lo rivelano i datipresentati da Confcommercio in occasione dell'assembleagenerale. L'indicatore dei consumi Confcommercio (Icc) haregistrato ad aprile 2015 una crescita dello 0,5% rispetto almese precedente e dello 0,8% rispetto a un anno prima; intermini di media mobile a tre mesi, l'indicatore "consolida latendenza al progressivo miglioramento in atto dall'estate del2014".

(AGI) - Milano, 8 giu. - La ripresa dei consumi potrebbe esserepiu' accentuata rispetto a quanto rilevato finora e i dati diaprile "avvalorano, unitamente alle indicazioni positiveprovenienti da altri indicatori congiunturali" l'ipotesi di unacrescita "superiore all'1% gia' nel 2015". Lo rivelano i datipresentati da Confcommercio in occasione dell'assembleagenerale. L'indicatore dei consumi Confcommercio (Icc) haregistrato ad aprile 2015 una crescita dello 0,5% rispetto almese precedente e dello 0,8% rispetto a un anno prima; intermini di media mobile a tre mesi, l'indicatore "consolida latendenza al progressivo miglioramento in atto dall'estate del2014". Il quadro complessivo - fa notare Confcommercio -seppure caratterizzato da molti segnali di miglioramentopresenta "alcuni elementi d'incertezza" legati alle percezioneda parte delle famiglie e delle imprese della solidita' dellaripresa. Il 'sentiment' dei consumatori a maggio "ha mostratoun ulteriore peggioramento" dopo quello rilevato ad aprile; ilclima di fiducia delle imprese e' invece fermo su una"sostanziale stabilita'". Tornando all'indicatore dei consumi, la crescita tra marzoe aprile deriva da un aumento della domanda sia di servizi(+0,6%) sia di beni (+0,4%) e si tratta dell'incrementomaggiore negli ultimi due anni. A livello tendenziale, lacrescita dello 0,8% in aprile e' piu' accentuata rispetto aquella registrata a marzo (+0,4%) e sintetizza un incrementodello 0,9% nella domanda di beni e dello 0,7% sui servizi. Sul tema prezzi, infine, la stima fornita da Confcommercioe' una variazione dello 0,1% nel mese di giugno. (AGI).