Grecia: Tsipras "ottimista". Juncker, "escluso fallimento"

(AGI) - Bruxelles, 13 mar. - Il presidente della Commissioneeuropea Jean-Claude Juncker incontra "per la seconda volta"dalla sua nomina, un mese e mezzo fa, il premier greco AlexisTsipras e, anche se, ha detto, "non sono contento degli ultimisviluppi" della situazione in Grecia, "e' escluso che ci possaessere un fallimento". Infatti, ha osservato, "non e' ilmomento delle divisioni: ora dobbiamo lavorare insieme eseguire un percorso pro-europeo". Il premier greco Alexis Tsipras e' "ottimista" che si possatrovare una soluzione per risolvere la grave crisi dellaGrecia: come ha detto a Bruxelles, al termine del

(AGI) - Bruxelles, 13 mar. - Il presidente della Commissioneeuropea Jean-Claude Juncker incontra "per la seconda volta"dalla sua nomina, un mese e mezzo fa, il premier greco AlexisTsipras e, anche se, ha detto, "non sono contento degli ultimisviluppi" della situazione in Grecia, "e' escluso che ci possaessere un fallimento". Infatti, ha osservato, "non e' ilmomento delle divisioni: ora dobbiamo lavorare insieme eseguire un percorso pro-europeo". Il premier greco Alexis Tsipras e' "ottimista" che si possatrovare una soluzione per risolvere la grave crisi dellaGrecia: come ha detto a Bruxelles, al termine del suo incontrocon il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz, questoe' "un interesse comune" perche' "non e' solo un problema grecoma un problema europeo". Quanto alle incomprensioni e aimalintesi con altri paesi dell'Eurozona, secondo Tsiprasbisogna "andare avanti, sulla base del compromesso del 20febbraio, in modo costruttivo". Schulz, ha detto Tsipras "e' unbuon amico della Grecia". "Sono felice di essere qui a Bruxelles - ha ripetutoTsipras prima di incontrare il presidente della CommissioneJean-Claude Juncker - per discutere con le istituzioni ecercare il modo migliore di mettere in pratica l'accordo del 20febbraio all'Eurogruppo. Sto parlando con buoni amici dellaGrecia e se c'è la volonta' politica di trovare una soluzioneai nostri problemi comuni, tutto e' possibile". Il 'falco' Wolfgang Schaeuble, pero', non esclude lapossibilita' di una 'Grexit', l'uscita della Grecia dall'euroe, in un'intervista alla radio austriaca Orf, ribadisce che laresponsabilita' ricade interamente sulle spalle di Atene. "Dalmomento che la responsabilita' di decidere su quello chesuccedera' - dice il ministro delle Finanze tedesco riferendosial 'Grexit' - dipende solo dalla Grecia, poiche' non sappiamoesattamente quello che sta facendo chi e' al governo in Grecia,non possiamo escluderla". Lo scambio di questa mattina fra Schulz e Tsipras e' stato"molto intenso", ha detto lo stesso Schulz. "Se c'e' qualcheincomprensione o malinteso fra i diversi paesi dell'Eurozona ela Grecia - ha detto ancora - vanno superati per poteraffrontare non solo i problemi immediati ma anche a lungotermine, a partire dalla disoccupazione giovanile". Proprio oggi la Grecia paghera' la seconda trance da 340milioni di euro del prestito da 1,5 miliardi di euro del Fmi."E' tutto pronto - fanno sapere fonti ufficiali - il pagamentosara' effettuato nel corso della giornata". Lo scorso 6 marzoAtene aveva pagato la prima trance da 310 milioni di euro. Orale restano da versare la terza trance da 580 milioni entro il16 marzo e la quarta da 350 milioni il 20 marzo. (AGI).