Grecia: evitato il muro conto muro, Merkel vede Tsipras

(AGI) - Roma - La cancelliera tedesca, Angela Markel eil presidente francese, Francois Hollande, arrivano a Bruxellesper il vertice dei capi  

(AGI) - Roma, 10 giu. - La cancelliera tedesca, Angela Markel eil presidente francese, Francois Hollande, arrivano a Bruxellesper il vertice dei capi di stato e di governo dell'Ue edell'America Latina e si dicono disponibili a incontrare ilpremier ellenico, Alexis Tsipras. L'apertura coincide con ladecisione della Bce di innalzare il tetto della liquidita' diemergenza per le banche greche (Ela) di 2,3 miliardi di euro, aquota 83 miliardi di euro. I mercati colgono al volo la doppiaapertura di disponibilita' verso Atene e regisconopositivamente: le borse europee chiudono in rally, con Milano a+2,5% e Francoforte a +2,4%. Intanto il presidente dellaCommissione europea Jean-Claude Juncker incontra Tsipras amargine del vertice Ue/America Latina. Secondo quanto riferisceil portavoce Margaritis Schinas, si e' trattato di un incontro"amichevole", durante il quale si e' stabilito di "continuare alavorare insieme" con l'obiettivo di raggiungere "un accordocondiviso con i 19 paesi dell'Eurozona". I due hanno ancheconvenuto di rivedersi domani. In pratica, nel tardo pomeriggio la situazione si e'rovesciata rispetto al clima di chiusura che si era creato inmattinata. Questa mattina infatti Tsipras non aveva fattomarcia indietro sulle promesse elettorali che Ue e Fmi gliavevano chiesto di accantonare in cambio del ripristino deifinanziamenti. In un discorso al Parlamento, il primo ministroellenico aveva sfidato apertamente i creditori, invitandoli aritirare le loro "proposte assurde" e promettendo ai greci unrapido ripristino della contrattazione collettiva, uno deitanti punti del programma di Syriza che, al tavolo dimercoledi' scorso, i presidenti di Commissione Ue edEurogruppo, Jean-Claude Juncker e Jeroen Dijsselbloem, gliavevano chiesto di rimangiarsi, insieme agli impegni a nontagliare ulteriormente le pensioni e a innalzare il salariominimo. Dopo aver guadagnato tempo ottenendo di poter pagare inun'unica rata a fine mese gli 1,6 miliardi di euro dovuti agiugno al Fondo Monetario Internazionale, Tsipras ad Ateneaveva dato l'impressione di volersi giocare il tutto per tutto,definendo come unica base negoziale possibile la "soluzionedefinitiva" suggerita da Atene, ovvero una ristrutturazione deldebito. La mossa aveva di fatto congelato il negoziato, facendoquasi saltare l'atteso vertice a tre Tsipras-Merkel-Hollande.Ne' Berlino ne' Parigi infatti lo confermavano, mentre Junckerlasciava intendere di non volersi vedere con Tsipras. Con l'arrivo a Bruxelles di Merkel e Hollande pero' ilclima si e' sciolto. La cancelliera ha detto che "l'obiettivoe' di mantenere la Grecia nell'Eurozona. Io ho sempreaffrontato questi momenti con un approccio secondo cui se c'e'la volonta' si trova sempre una strada". Riguardo all'incontroa tre, Merkel ha chiarito: "Ancora non lo abbiamo fissato, mase il premier greco vuole, lo faremo certamente". Positivoanche l'approccio di Hollande: "Abbiamo un solo messaggio dadare: dobbiamo muoverci in fretta, non dobbiamo rallentare, ne'pensare a soluzioni cattive per la Grecia e per l'Ue. Quindilavoriamo e concludiamo". (AGI) .