Frena inflazione, mai cosi' bassa da 2009

(AGI) - Roma, 30 giu. - L'inflazione a giugno rallenta ancora,raggiungendo il livello piu' basso da ottobre 2009. Giu' anchei prezzi del cosiddetto 'carrello della spesa', che a giugnotoccano i livelli piu' bassi registrati da 17 anni. L'indice calcolato dall'Istat registra un incremento dello0,1% rispetto al mese precedente per un dato tendenziale inaumento dello 0,3%, in rallentamento dallo 0,5% di maggio. Perl'istituto di statistica, il calo dell'inflazione e' in primoluogo imputabile all'accentuarsi della diminuzione dei prezzidegli alimentari non lavorati; contribuiscono in misura minoreanche le decelerazioni della crescita su base annua dei

Frena inflazione, mai cosi' bassa da 2009
(AGI) - Roma, 30 giu. - L'inflazione a giugno rallenta ancora,raggiungendo il livello piu' basso da ottobre 2009. Giu' anchei prezzi del cosiddetto 'carrello della spesa', che a giugnotoccano i livelli piu' bassi registrati da 17 anni. L'indice calcolato dall'Istat registra un incremento dello0,1% rispetto al mese precedente per un dato tendenziale inaumento dello 0,3%, in rallentamento dallo 0,5% di maggio. Perl'istituto di statistica, il calo dell'inflazione e' in primoluogo imputabile all'accentuarsi della diminuzione dei prezzidegli alimentari non lavorati; contribuiscono in misura minoreanche le decelerazioni della crescita su base annua dei prezzidegli alimentari lavorati, dei beni energetici nonregolamentati e dei servizi relativi all'abitazione.L'"inflazione di fondo", al netto degli alimentari freschi edei beni energetici, scende allo 0,7% (dallo 0,8% di maggio) eal netto dei soli beni energetici si porta allo 0,5% (da +0,6%del mese precedente). L'aumento mensile dell'indice generale e'da ascrivere principalmente ai rialzi - su cui incidono fattoridi natura stagionale - dei prezzi dei Servizi relativi aitrasporti (+0,7%). L'inflazione acquisita per il 2014 e'stabile allo 0,3%. I prezzi dei beni alimentari, per la curadella casa e della persona, che rientrano nel cosiddetto'carrello della spesa' diminuiscono dello 0,5% in terminitendenziali (da +0,1% del mese precedente), toccando il livellopiu' basso registrato da settembre 1997. Il dato sull'inflazione, per la Cisl, "conferma che permaneuno stato di forte crisi della domanda interna e dei consumi",e che "occorre intervenire con mezzi straordinari, proseguendosulla linea già tracciata dal Governo con il bonus fiscale,rendendolo strutturale ed allargandone la fruizione anche aipensionati ed agli incapienti e con politiche orientate allacrescita che favoriscano le imprese più virtuose e responsabilisul piano sociale". Allarme anche dal Codacons, che giudica ildato diffuso dall'Istat "estremamente preoccupante" per ilCodacons, in particolare quello relativo al calo dei prezzi peri beni alimentari, spiega il presidente Carlo Rienzi "perche'rispecchia la forte riduzione di spesa delle famiglie insettori primari come l'alimentazione". Per Confesercenti "lafrenata dell'inflazione a giugno e' peggiore delle aspettative,e adesso appare sempre piu' realistico uno scenario diinflazione negativa. Per la nostra economia, ora stagnante magia' indebolita da sei anni di crisi, si tratta di un rischiopotenzialmente fatale". Adusbef e Federconsumatori evidenzianoche la crescita del tasso di inflazione allo 0,3% "comportaricadute, per una famiglia di 3 persone, di 106 euro annui inpiu'" e ribadiscono "la necessita' di un piano straordinarioper rilanciare l'occupazione, in particolar modo quellagiovanile". (AGI) .