Fonsai: Corte d'Appello Torino annulla le condanne, bloccati 2400 risarcimenti

Fonsai Corte Appello Torino
Alberto Ramella Sync/Agf
Salvatore Ligresti con la figlia Jonella

La Corte d'Appello di Torino ha annullato le condanne comminate in primo grado a Salvatore Ligresti (deceduto nel maggio 2018), Jonella Ligresti, Fausto Marchionni e Riccardo Ottaviani, nell'ambito del processo sui conti di Fondiaria Sai. Il giudice di secondo grado ha dichiarato l'incompetenza territoriale e trasferito gli atti alla Procura di Milano.

Nell'ottobre 2016 il tribunale torinese aveva condannato Salvatore Ligresti a 6 anni di reclusione mentre alla figlia Jonella era stata inflitta una pena di 5 anni e 8 mesi. L'accusa per entrambi, era di falso in bilancio e aggiotaggio. Erano stati condannati anche l'ex ad Fausto Marchionni (5 anni e 3 mesi) e l'attuario revisore Riccardo Ottaviani (2 anni e 6 mesi), mentre l'ex manager Antonio Talarico e il responsabile della revisione Ambrogio Virgilio erano stati assolti.

 La decisione della Corte ha bloccato anche i risarcimenti destinati a più di 2.400 piccoli azionisti che si erano costituti parte civile al processo torinese. Il Tribunale di Torino aveva rinviato in sede civile la quantificazione complessiva del danno.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.