Fisco: entrate tributarie stabili nel 2014, gettito Iva +1, 9%

(AGI) - Roma, 5 mar. - Nel periodo gennaio-dicembre 2014 leentrate tributarie erariali, accertate in base al criteriodella competenza giuridica, ammontano a 418.947 milioni dieuro, contro i 424.633 milioni di euro del 2013. Lo riferisceil ministero dell'Economia. Il gettito Iva e' cresciutodell'1,9% (+2.189 milioni di euro). Per quanto riguarda leimposte dirette, registrano un gettito complessivamente pari a217.376 milioni di euro, con una variazione dello 0,6% (-1.313milioni di euro) rispetto allo scorso anno. Nel dettaglio,l'Irpef risulta sostanzialmente stabile (+58 milioni di euro) eriflette gli andamenti delle ritenute sui redditi deidipendenti

(AGI) - Roma, 5 mar. - Nel periodo gennaio-dicembre 2014 leentrate tributarie erariali, accertate in base al criteriodella competenza giuridica, ammontano a 418.947 milioni dieuro, contro i 424.633 milioni di euro del 2013. Lo riferisceil ministero dell'Economia. Il gettito Iva e' cresciutodell'1,9% (+2.189 milioni di euro). Per quanto riguarda leimposte dirette, registrano un gettito complessivamente pari a217.376 milioni di euro, con una variazione dello 0,6% (-1.313milioni di euro) rispetto allo scorso anno. Nel dettaglio,l'Irpef risulta sostanzialmente stabile (+58 milioni di euro) eriflette gli andamenti delle ritenute sui redditi deidipendenti del settore privato (-0,4%), delle ritenute suiredditi dei dipendenti del settore pubblico (+0,9) e di quellesui lavoratori autonomi (-1,8%). Al netto del settorefinanziario e assicurativo, l'andamento dell'Ires mostra uncalo del 3,8% (-980 milioni di euro) rispetto allo stessoperiodo dell'anno precedente, che riflette principalmente sia iminori versamenti a saldo delle societa' di capitaliconseguenti ai maggiori acconti dovuti nel 2013 (in particolarele aliquote di acconto sono state aumentate al 102,5% nel 2013e unificate al 101,5% nel 2014) e i minori versamenti dellaseconda o unica rata dell'acconto 2014, sia una significativacontrazione della base imponibile. Tra le altre imposte dirette, l'imposta sostitutiva suinteressi e altri redditi di capitale si riduce del 6,2% (-667milioni di euro), mentre aumenta del 16,4% (+400 milioni dieuro) l'imposta sostitutiva sul risparmio gestito eamministrato che riflette il passaggio dell'aliquota dal 20 al26 per cento a decorrere dal 1° luglio scorso (D.L. n.66/2014). Cresce del 73,2% (+412 milioni di euro) il gettitoderivante dalle ritenute sugli utili distribuiti dalle personegiuridiche, per effetto sia dell'incremento dei dividendidistribuiti nel 2014 sia delle modifiche alla tassazione deiredditi di natura finanziaria. Derivano 1.791 milioni di eurodall'imposta sostitutiva sui maggiori valori delle quote dipartecipazione al capitale della Banca d'Italia (art. 1, comma148, della Legge di stabilita' 2014) e 422 milioni di eurodall'imposta sostitutiva sulla rivalutazione dei beni d'impresae delle partecipazioni (art. 1, comma 145, L. 147/2013), per laquale erano previsti tre versamenti annuali (16 giugno, 16settembre, 16 dicembre). Oltre all'Iva, per quanto riguarda leimposte indirette, l'imposta di bollo cresce del 2,8% (+216milioni di euro) per effetto dell'aumento da 1,5 al 2 per milledell'aliquota sulle comunicazioni relative a prodottifinanziari, l'eliminazione del limite minimo di 34,20 euro el'aumento del limite massimo da 4.500 a 14.000 eurodell'imposta (art. 1, c. 581 della Legge di Stabilita' 2014).Si riduce di 696 milioni di euro il gettito dell'impostaspeciale sulle attivita' finanziarie scudate, che riflette ilpassaggio dell'aliquota di imposta dal 13,5 per mille per il2013 al 4 per mille a decorrere dal 2014 (art. 19, comma 6, delD.L. n. 201/2011). Considerando esclusivamente le altrecomponenti dell'imposta di bollo, si evidenzia inoltre unincremento del 13,3% (+912 milioni di euro). Tra le altre imposte indirette si segnalano gli incrementidello 0,6% (+145 milioni di euro) del gettito dell'accisa suiprodotti energetici (oli minerali), del 5,1% (+139 milioni dieuro) del gettito dell'accisa sull'energia elettrica eaddizionali e del 12% (+444 milioni di euro) del gettitodell'accisa sul gas naturale per combustione (gas metano). Le entrate relative ai giochi presentano, nel complesso,una ripresa del 4,7% (+534 milioni di euro). L'andamento favorevole del gettito relativo alle entratetributarie derivanti dall'attivita' di accertamento e controllorisulta in crescita del 5,3% (+447 milioni di euro).(AGI).