Eni, in scena 'Wemake', energia e innovazione a braccetto

Eni, in scena 'Wemake', energia e innovazione a braccetto
 Eni WeMake - twitter eniday

Milano - A poco piu' di un mese dal 'Maker Faire The European Edition', la piu' grande fiera europea della robotica e dell'internet of the things, Eni, main partner di Triennale XXI, kermesse internazionale dedicata al design, ha portato in scena 'WEMAKE. Il futuro tra energia e innovazione'. L'evento, svoltosi nel suggestivo 'Salone Agora'' della Triennale di Milano, ha visto susseguirsi diversi speaker, guidati dal digital champion del governo, Riccardo Luna, che hanno compiuto una riflessione sui futuri scenari del design, dell'innovazione tecnologica, dell'energia e dell'artigianato digitale. Un'occasione per celebrare la conclusione della XXI edizione della Triennale e inaugurare ufficialmente la partnership con Maker Faire. Sul palco i temi della stampa 3D, del design e dell'artigianato digitale affrontati da Marinella Levi, professore di ingegneria dei materiali al Politecnico di Milano e fondatrice del +Lab (il piu' autorevole laboratorio italiano di stampa 3D, nato negli stessi locali dove negli anni Cinquanta lavoro' il Nobel Giulio Natta), Simona Maschi, co-founder e direttore dell'Istituto di Copenaghen di Interation Design e Stefano Micelli, docente di Economia e Gestione delle Imprese presso l'Universita' Ca' Foscari.

C'e' stata quindi un'attenta riflessione sul fenomeno dei big data con Alessandro Chessa, professore in Fisica statistica all'Institute for Advanced Studies di Lucca e su quello delle start-up con Davide Dattoli, fondatore di Talent Garden, che hanno contribuito ad alimentare il dibattito. Il cuore del talk e' stato pero' dedicato ai futuri scenari dell'energia, di cui ha parlato Francesco Gattei, responsabile per gli scenari e le operazioni strategiche di Eni. "Un miliardo di persone non ha accesso alle 'elettricita'; 3 miliardi cucinano con biomasse: noi dobbiamo portare quel mondo alla stessa velocita' del nuovo mondo, difendendo l'ambiente e costruendo un modello energetico che sia compatibile anche con la sostenibilita' ambientale", ha affermato Gattei che ha aggiunto: "Su questa sfida, come Eni, affrontiamo la grande sfida del futuro". Per Luna, Wemake "e' l'anteprima dello 'European Maker Faire' che si fa oramai da quattro anni. Ovvero il piu' grande evento di innovazione che si fa in Italia con piu' di centomila presenze, bambini, famiglie, ragazzi e aziende che raccontano come con le stampanti 3D, con il digitale si puo' cambiare il modo di produrre e distribuire le cose. Qui alla Triennale, in particolare, oltre a parlare dell'energia che c'e' nell'innovazione, noi parliamo anche di tutta l'innovazione che c'e' nell'energia, cioe' di quanto e' possibile cambiare il modo di produrre, distribuire e consumare energia per costruire un modo migliore". Ricerca e innovazione tecnologica, oggi piu' che mai, rappresentano due elementi chiave della strategia di Eni che si muove nel segno dell'integrazione tra competenze tecnico scientifiche e approcci multidisciplinari, con l'obiettivo di rispondere con efficacia alle grandi sfide dell'industria energetica. (AGI)