Eni: Descalzi, in Egitto niente fatti nuovi prima di giugno 2016

(AGI) - Roma, 8 ott. - "Riprenderemo le perforazioni ingennaio-febbraio per fare una verifica di alcune situazionigeologiche e un approfondimento. Prima di maggio giugno nonsaremo in grado" di dire se ci sono fatti nuovi. Lo haaffermato l'ad di Eni, Claudio Descalzi, a margine dellacerimonia degli Eni Award al Quirinale, interpellato daigiornalisti sugli sviluppi della scoperta del maxi giacimentoegiziano. "Siamo gia' molto contenti di quello che abbiamotrovato perche' e' una cosa storica, poi vedremo se ci sonofatti nuovi", ha aggiunto. "Stiamo studiando il progetto perpoterlo presentare alle autorita' egiziane, stiamo inoltre

(AGI) - Roma, 8 ott. - "Riprenderemo le perforazioni ingennaio-febbraio per fare una verifica di alcune situazionigeologiche e un approfondimento. Prima di maggio giugno nonsaremo in grado" di dire se ci sono fatti nuovi. Lo haaffermato l'ad di Eni, Claudio Descalzi, a margine dellacerimonia degli Eni Award al Quirinale, interpellato daigiornalisti sugli sviluppi della scoperta del maxi giacimentoegiziano. "Siamo gia' molto contenti di quello che abbiamotrovato perche' e' una cosa storica, poi vedremo se ci sonofatti nuovi", ha aggiunto. "Stiamo studiando il progetto perpoterlo presentare alle autorita' egiziane, stiamo inoltrenegoziando alcuni elementi progettuali. Non abbiamo ancorafatto altri pozzi", ha concluso l'ad di Eni. (AGI).