Eni: Descalzi, Angola e Congo danno valore a nostra presenza in Africa

(AGI) - Luanda - Paesi come Congo e l'Angola sono di"grande interesse" per l'Eni e contribuiscono a "dare valore"alla presenza del  [...]

Eni: Descalzi, Angola e Congo danno valore a nostra presenza in Africa
(AGI) - Luanda, 21 lug. - Paesi come Congo e l'Angola sono di"grande interesse" per l'Eni e contribuiscono a "dare valore"alla presenza del gruppo petrolifero in Africa. Lo ha affermatol'amministratore delegato dell'Eni, Claudio Descalzi che, aLuanda per la visita del premier Matteo Renzi, ha ancheincontrato il presidente del Consiglio di amministrazione diSonangol, Francisco de Lemos. Descalzi ha sottolineatol'intenzione del gruppo di contribuire allo sviluppo delmercato "domestico" del Paese. "Prenderemo dei rischi - haaggiunto - ma saremo piu' credibili e daremo valore alla nostraoperazione di sviluppo dell'area". Proprio due giorni fa si eratenuto a Port Amboim, in provincia di Cuanza Sur, il'battesimo' del FPSO N'Goma, unita' di stoccaggio e scarico dipetrolio, pronta a salpare in direzione dell'area offshore delblocco angolano 15/06, tappa fondamentale per Eni e i suoipartner per il conseguimento del first oil del West HubDevelopment Project, previsto per la fine del 2014. Nell'occasione, il ministro del Petrolio angolano, Botelhode Vasconcelos, aveva elogiato Eni per essere giunta al firstoil dopo soli 4 anni dalla dichiarazione di scopertacommerciale. Il ministro, nel suo discorso, aveva affermato chequesto "deve costituire un esempio e uno standard per tuttal'industria dell'Angola". "Ngoma FPSO e' un traguardoimportante per il blocco 15/06 e l'industria petroliferaangolana" aveva detto aggiungendo che "il progetto West rivelache e' possibile avviare le operazioni in quattro anni, invecedegli otto che sono solitamente necessari". Eni e' presente dal1980 in Angola che e' uno dei Paesi chiave nella strategia dicrescita organica della societa'. La presenza nel paese si e'consolidata negli anni a seguito di importanti acquisizioni,tra cui quelle storiche in alcuni dei principali blocchi nonoperati del paese, da dove proviene la totalita' dellaproduzione attuale, e quelle piu' recenti nei blocchi 15/2006 e35/2011 operati da Eni. Tutti gli asset, ad eccezione delBlocco 35/11 situato nel bacino del fiume Kwanza, nelle acquedi fronte a Luanda, sono localizzati nel bacino del fiumeCongo, area storica di produzione a nord del paese, con campisia nelle acque convenzionali e profonde, sia nell'enclave diCabinda nella provincia dello Zaire. .