Eni: conclusa mostra progetto valorizzazione centro Val d'Agri

(AGI) - Roma - Grande successo per la mostra, che sie' chiusa oggi, "Land 25. Omaggio al Paesaggio Italiano",organizzata da Land,  

(AGI) - Roma, 15 ott. - Grande successo per la mostra, che sie' chiusa oggi, "Land 25. Omaggio al Paesaggio Italiano",organizzata da Land, Landscape architecture nature development,con la collaborazione di Eni. La mostra non e' stata unasemplice retrospettiva ma un viaggio lungo l'Italia che rinascegrazie alla progettazione paesaggistico-ambientale. Nella suatappa romana la rassegna e' diventata "Land25+1 Omaggio alPaesaggio Italiano" grazie a una sezione aggiuntivaappositamente dedicata ai progetti che Land ha svolto e svolgecon Eni in Val D'Agri, primo fra tutti il Piano divalorizzazione paesaggistica e architettonica del Centro OlioVal d'Agri. Nella conferenza stampa conclusiva e' statoillustrato il progetto che ha riqualificato il verde interno edesterno del Cova e il muro esterno. Quest'ultimo, inparticolare, e' stato trasformato in un'autentica opera d'artecon un dipinto di circa 1.800 metri a firma dell'artistamessicano Raymundo Sesma, dal titolo il "Miglio Artistico".All'evento ha partecipato Lucia Nardi, responsabile iniziativeculturali di Eni che ha voluto spiegare la filosofia che stadietro all'intervento. "C'e' un filo rosso - ha sottolineato -che lega il presente al passato e che quindi da' senso allescelte e fa comprendere che c'e' una filosofia, un modo dipensare, dietro una decisione. Sessant'anni fa Eni sceglievaEdoardo Gellner per costruire il villaggio di Borca di Cadore.E lo sceglieva perche' garantiva un lavoro che metteval'integrazione delle strutture architettoniche con il paesaggiodelle Alpi. Oggi il distretto meridionale sceglie lo studioLand per un'operazione che integri il centro oli di Viggianocon il paesaggio facendo dialogare cultura e industria". (AGI).