Petrolio: Morgan Stanley, improbabile intesa Opec su congelamento

Petrolio: Morgan Stanley, improbabile intesa Opec su congelamento
 Morgan Stanley (Afp)

Roma - Morgan Stanley considera "altamente improbabile" un'intesa a livello Opec sul congelamento della produzione petrolifera. La settimana scorsa Riad non aveva escluso una simile mossa, chiedendo pero' che anche i paesi non Opec vi contibuissero. "I mercati considerano l'Opec come i banchieri centrali del petrolio - spiega il responsabile energia della banca, Adam Longson - e qualsiasi voce proveniente dall'organizzazione puo' smuovere i mercati. Tuttavia ci sono troppi venti contrari e difficolta' logistiche per un accordo, secondo quanto trapela dai comunicati dell'Opec".
Una riunione informale del cartello si terra' a settembre in Algeria per cercare di stabilizzare il mercato del petrolio. L'incontro si terra' dal 26 al 28 settembre nell'ambito dell'International Energy Forum. "L'Opec continua a monitorare costantemente l'andamento del mercato", rassicura in una nota l'organizzazione il cui presidente Mohammed Bin Saleh Al-Sada ha ribadito le previsioni secondo cui la domanda di petrolio aumentera' nel terzo e quarto trimestre dell'anno. Secondo l'Opec, il recente calo e la volatilita' del mercato sono infatti fattori solo "temporanei", dovuti anche alla Brexit e presto i consumi riprenderanno quota e cosi' pure la domanda si rafforzera'. (AGI)
.