Opec non cambia tetto produzione

Il nigeriano Mohammed Barkindo è il nuovo segretario generale

Opec non cambia tetto produzione
Mohammed Barkindo (Afp) 

Vienna - L'Opec ha deciso oggi di mantenere inalterato il tetto alla produzione di greggio: "L'evoluzione del mercato è positiva", ha così spiegato il Ministro del Petrolio Eulogio Del Pino, alla stampa, facendo riferimento alla ripresa delle quotazioni. La decisione è stata presa considerando anche la rivalità tra Arabia Saudita e Iran. Il Consiglio ha inoltre nominato Barkindo nuovo segretario generale e ha deciso di reintegrare il Gabon come membro a pieno diritto, dopo più di vent'anni di assenza. Mohammed Barkindo succede al libico Abdallah el-Badri, in carica dal 2007. Il nigeriano arà operativo dal primo agosto 2016 per un periodo di tre anni. "Abbiamo finalmente scelto il segretario generale, che è un bene", ha detto il ministro dell'energia saudita Khaled al-Faleh all'uscita della riunione dei ministri dell'Opec. 
Barkindo, un ex leader del Nigerina National Petroleum Corporation, è "altamente qualificato", ha aggiunto. "Abbiamo avuto un buon consenso per la segreteria generale", ha sottolineato il ministro dell'energia degli Emirati Arabi Uniti Suhail Al Mazroui. 
I dissidi all'interno dell'Opec avevano impedito di nominare un nuovo segretario generale, dopo il secondo mandato di el-Badri scaduto nel 2012. Per questo era stato ancora prolungato. 

Intanto il petrolio ha aperto in ribasso a New York a 48,40 dollari.

La prossima riunione dei ministri Opec si terrà a Vienna il 30 novembre. "L'incontro è stato positivo", ha detto il ministro dell'energia indonesiano Sudirman. Anche Eulogio Del Pino si è detto felice per i risultati del meeting, sottolineando che il mercato sta evolvendo in modo positivo. (AGI)