Editoria: Asr e Cgil-Cisl-Uil, soluzione a crisi stampa locale

(AGI)- Roma, 16 mar. - I licenziamenti e gli esuberi a T9 edExtra Tv, le situazioni drammatiche di Teleroma 56, Roma Uno eLazio Tv, rappresentano solo "alcune delle enormi difficolta'che stanno attraversando le testate di informazione regionaledel nostro territorio". Ma la crisi ha radici lontane. Bastipensare che in solo quattro anni (dal 2008 al 2012) i ricavicomplessivi del settore dell'emittenza televisiva locale nelLazio sono scesi da 52 milioni di euro a 41 milioni, con unariduzione media superiore al 20 per cento. La denuncia arrivadall'Associazione stampa romana che con Cgil, Cisl e

(AGI)- Roma, 16 mar. - I licenziamenti e gli esuberi a T9 edExtra Tv, le situazioni drammatiche di Teleroma 56, Roma Uno eLazio Tv, rappresentano solo "alcune delle enormi difficolta'che stanno attraversando le testate di informazione regionaledel nostro territorio". Ma la crisi ha radici lontane. Bastipensare che in solo quattro anni (dal 2008 al 2012) i ricavicomplessivi del settore dell'emittenza televisiva locale nelLazio sono scesi da 52 milioni di euro a 41 milioni, con unariduzione media superiore al 20 per cento. La denuncia arrivadall'Associazione stampa romana che con Cgil, Cisl e Uil haorganizzato per domani un incontro (ore 13,30 presso la sede diStampa Romana) per sollecitare misure contro "l'agoniadell'informazione, che poi si traduce in minor liberta' distampa. Ci vogliono soluzioni concrete, che coinvolganoistituzioni, a iniziare dalla Regione. L'obiettivo e' garantireil pluralismo dell'informazione e far si' che le notizie sianovincolate dai domini territoriali". .