Draghi, pronti ad agire se l'inflazione non migliora

(AGI) - Roma, 23 set. - La Bce resta pronta ad agire se leprospettive d'inflazione continueranno a non migliorare. Lo hadichiarato il presidente della Bce, Mario Draghi, duranteun'audizione al Parlamento Europeo. "Ci sono segni di rafforzamento ma il contesto e' piu'difficile, nell'Eurozona la ripresa e l'inflazione sono statepiu' deboli di quanto prevedessimo", ha sottolineato Draghi,"non esiteremo ad agire se l'inflazione peggiorera' ancora, ilprogramma di 'quantitative easing' ha la flessibilita'necessaria e ne modificheremo l'ammontare, la composizione e ladurata ove opportuno"."Penso che le difficolta' dei paesiemergenti continueranno per qualche tempo". Lo sostiene

(AGI) - Roma, 23 set. - La Bce resta pronta ad agire se leprospettive d'inflazione continueranno a non migliorare. Lo hadichiarato il presidente della Bce, Mario Draghi, duranteun'audizione al Parlamento Europeo. "Ci sono segni di rafforzamento ma il contesto e' piu'difficile, nell'Eurozona la ripresa e l'inflazione sono statepiu' deboli di quanto prevedessimo", ha sottolineato Draghi,"non esiteremo ad agire se l'inflazione peggiorera' ancora, ilprogramma di 'quantitative easing' ha la flessibilita'necessaria e ne modificheremo l'ammontare, la composizione e ladurata ove opportuno"."Penso che le difficolta' dei paesiemergenti continueranno per qualche tempo". Lo sostiene ilpresidente della Bce, Mario Draghi nella sua audizione alParlamento di Bruxelles. (AGI).