Disoccupazione cala all'11, 9% Renzi, "e' l'effetto del Jobs act"

(AGI) - Roma, 30 set. - Crescono gli occupati in Italia e iltasso di disoccupazione tocca i minimi da febbraio 2013, anchese i giovani senza lavoro sono ancora in aumento. Ad agosto,secondo i dati provvisori dell'Istat, la stima degli occupatisale ancora dello 0,3% con un aumento di 69 mila unita' mentresu base annua l'occupazione cresce dell'1,5% con 325 milapersone occupate in piu'. Una crescita determinata dall'aumentodei lavoratori alle dipendenze (+70 mila), in prevalenza atermine (+45 mila). Per il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e'"l'effetto" del Jobs Act. Entusiasta anche il ministro

(AGI) - Roma, 30 set. - Crescono gli occupati in Italia e iltasso di disoccupazione tocca i minimi da febbraio 2013, anchese i giovani senza lavoro sono ancora in aumento. Ad agosto,secondo i dati provvisori dell'Istat, la stima degli occupatisale ancora dello 0,3% con un aumento di 69 mila unita' mentresu base annua l'occupazione cresce dell'1,5% con 325 milapersone occupate in piu'. Una crescita determinata dall'aumentodei lavoratori alle dipendenze (+70 mila), in prevalenza atermine (+45 mila). Per il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e'"l'effetto" del Jobs Act. Entusiasta anche il ministro delLavoro, Giuliano Poletti, secondo il quale i datisull'occupazione confermano "che la ripresa e' una realta'". Eil titolare dell'Economia, Pier Carlo Padoan, sottolinea "imiglioramenti permanenti, frutto di scelte strutturali". Ad agosto il tasso di disoccupazione si e' attestatoall'11,9%, in flessione di 0,1 punti percentuali dopo il calodel mese precedente di 0,5 punti. La stima dei disoccupatidiminuisce dello 0,4% (-11mila). Nei dodici mesi ladisoccupazione cala del 5% (-162 mila persone in cerca dilavoro) e il tasso di disoccupazione di 0,7 punti. Ancora in crescita il tasso di disoccupazione dei15-24enni, cioe' la quota di giovani disoccupati sul totale diquelli attivi, che si attesta al 40,7%, in aumento di 0,3 puntipercentuali rispetto al mese precedente. In terminitendenziali, rispetto ad agosto 2014, il tasso di occupazionedei giovani 15-24enni cala di 0,1 punti percentuali, scendeanche il tasso di disoccupazione (-2,3 punti), a fronte di unacrescita del tasso di inattivita' di 1,2 punti. Nella mediadegli ultimi tre mesi, per i giovani si osserva il calo deltasso di disoccupazione (-0,6 punti percentuali), a fronte diuna lieve crescita sia del tasso di occupazione (+0,1 punti)sia del tasso di inattivita' (+0,1 punti). Fredda la reazione di consumatori e sindacati. Adusbef eFederconsumatori parlano di "enfasi e ottimismo immotivati". Per il segretario confederale della Uil, Guglielmo Loy, afar crescere il numero degli occupati non e' il Jobs act ma glisgravi contributivi previsti dalla legge di stabilita' 2015. (AGI).