Crisi: Visco, imparare da errori per non commetterne piu'

(AGI) - Trento, 2 giu. - Per il governatore della Bancad'Italia, Ignazio Visco, "la crisi globale e finanziaria e' ilpunto di partenza per andare a investigare cosa non e' andato:gli errori sono di tutti. La crisi finanziaria non e' il puntodi svolta, buona parte di cio' che ha avuto luogo negli ultimidieci anni in realta' da tempo stavano maturando". In questocontesto, ha sottolineato Visco al Festival dell'Economia diTrento, "gli economisti non sono riusciti a essere buoniconsiglieri della politica e buoni comunicatori nei confrontidei cittadini e dell'impresa". Ma proprio dagli errori si

(AGI) - Trento, 2 giu. - Per il governatore della Bancad'Italia, Ignazio Visco, "la crisi globale e finanziaria e' ilpunto di partenza per andare a investigare cosa non e' andato:gli errori sono di tutti. La crisi finanziaria non e' il puntodi svolta, buona parte di cio' che ha avuto luogo negli ultimidieci anni in realta' da tempo stavano maturando". In questocontesto, ha sottolineato Visco al Festival dell'Economia diTrento, "gli economisti non sono riusciti a essere buoniconsiglieri della politica e buoni comunicatori nei confrontidei cittadini e dell'impresa". Ma proprio dagli errori si deveripartire per non ritornare a commetterne: "la vita e'costellata di errori, 'error learning' significa adattarsi enon avere errori troppo grandi". In particolare, ha aggiunto,"gli errori sono stati da parte degli operatori finanziari cheregolano i mercati; errori ci sono stati da parte deiregolatori, i supervisori delle banche, in varie parti delmondo, ma meno in Italia". In Italia, ha detto il governatore Ignazio Visco alFestival dell'economia di Trento, "non abbiamo un alto debitoprivato, abbiamo un alto debito sovrano", e di sicuro inpassato "e' stato un errore" il fatto che "non abbiamoabbassato il debito pubblico quando si poteva". (AGI).