Crisi: Lagarde, ripresa troppo debole, Eurozona a rischio

(AGI) - Washington, 2 ott. - "Si', c'e' una ripresa ma, cometutti sappiamo e possiamo avvertire, i livelli di crescita e dioccupazione e' semplicemente non abbastanza buono", haaffermato Lagarde, "il mondo ha bisogno di puntare piu' in altoe provare con piu' decisione". Il numero uno dell'istituto diWashington ha quindi invitato i governi a fare di piu' perespandere la crescita economica e creare occupazione, inparticolare attraverso riforme del mercato del lavoro einvestimenti in infrastrutture. "Il nostro compito principaleora e' aiutare l'economia globale a cambiare marcia e superarequella che e' stata finora

(AGI) - Washington, 2 ott. - "Si', c'e' una ripresa ma, cometutti sappiamo e possiamo avvertire, i livelli di crescita e dioccupazione e' semplicemente non abbastanza buono", haaffermato Lagarde, "il mondo ha bisogno di puntare piu' in altoe provare con piu' decisione". Il numero uno dell'istituto diWashington ha quindi invitato i governi a fare di piu' perespandere la crescita economica e creare occupazione, inparticolare attraverso riforme del mercato del lavoro einvestimenti in infrastrutture. "Il nostro compito principaleora e' aiutare l'economia globale a cambiare marcia e superarequella che e' stata finora una ripresa deludente, una ripresafragile, diseguale e esposta a rischi", ha aggiunto Lagarde,"cio' comporta un mix di politiche piu' coraggiose che diano unnuovo impulso che possa superare questo 'nuovo mediocre' cheoscura il futuro". Lagarde ha inoltre messo in guardia suirischi geopolitici che potrebbero derivare da un'ulterioreescalation in Ucraina, dagli scenari di crisi in Medio Orientee dall'espansione dell'epidemia di ebola. Ulteriori fattori dirischio, conclude il numero uno del Fmi, sono un eccessivoaccumulo di debito in alcuni paesi poveri e la "migrazione deirischi verso il sistema bancario ombra". (AGI).