Confindustria 'vede' la ripresa nel 2015"export torna a crescere"

(AGI) - Roma, 26 nov. - Se il Pil si manterra' invariato nelquarto trimestre dell'anno la ripresa si avra' nella primaparte del 2015. Lo sottolinea Confindustria nella congiunturaflash. "In Italia la contrazione del PIL nel III trimestre e'risultata in linea con le stime CSC (-0,1%, dal -0,2% nel 2°)",ricorda Confindustria. Nel IV trimestre gli indicatori fin quidisponibili suggeriscono una variazione nulla; sarebbe unabuona base per la ripartenza a inizio 2015". "Nell'insieme - si legge nella congiuntura flash - i pochidati disponibili puntano a un PIL invariato nel quartotrimestre, stima che deve

(AGI) - Roma, 26 nov. - Se il Pil si manterra' invariato nelquarto trimestre dell'anno la ripresa si avra' nella primaparte del 2015. Lo sottolinea Confindustria nella congiunturaflash. "In Italia la contrazione del PIL nel III trimestre e'risultata in linea con le stime CSC (-0,1%, dal -0,2% nel 2°)",ricorda Confindustria. Nel IV trimestre gli indicatori fin quidisponibili suggeriscono una variazione nulla; sarebbe unabuona base per la ripartenza a inizio 2015". "Nell'insieme - si legge nella congiuntura flash - i pochidati disponibili puntano a un PIL invariato nel quartotrimestre, stima che deve trovare conferma nei numeriprossimamente in uscita. Rispetto ad attese di ulteriore calo,cio' sarebbe una migliore base per la ripartenza gia'dall'avvio dell'anno prossimo". Il Csc di Confindustria ricordache "la produzione industriale recupera lo 0,4% in ottobre,dopo il -0,9% di settembre. La variazione congiunturaleacquisita nel quarto trimestre e' -0,1% e le valutazioni menonegative sugli ordini (saldo a -25 in settembre, da -26)delineano una stabilizzazione dell'attivita'; cio' e' pero'contraddetto dalla componente ordini del PMI manifatturiero, inzona di contrazione per la prima volta da meta' 2013". "Il PMI composito in ottobre e' tornato dopo 2 mesi in areadi espansione (50,4), grazie al miglioramento nei servizi (+2punti a 50,8) e nonostante il calo di quello manifatturiero(-1,7 a 49,0). L'anticipatore OCSE, sceso in settembre per il2° mese di fila (a 101,3, -0,03% come in agosto), non segnalaun'inversione di rotta nel trimestre attuale e nel prossimo". "In Italia l'export e' tornato ad aumentare, l'occupazionemostra i primi segnali di recupero, si e' arrestata l'emorragiadi credito alle imprese (anche se le condizioni d'offertarimangono strette) e la riduzione dei tassi, di cui hanno moltobeneficiato titoli pubblici e bancari, inizia a esseretrasmessa alle piccole aziende". E' quanto si legge nellacongiuntura flash del Centro studi di Confindustria. .