Commercio estero: export extra-Ue +0, 9% ad agosto, -4, 1% annuo

(AGI) - Roma, 24 set. - Crescono le esportazioni extra-Ue adagosto, ma l'andamento tendenziale registra una contrazione del4,1%. Su base mensile, comunica l'Istat, l'incremento e' invecerisultato pari allo 0,9%, a fronte di un calo delleimportazioni pari al 3,6%. L'andamento si e' tradotto in unavanzo di 1,7 miliardi per la bilancia commerciale che chiude iprimi otto mesi dell'anno in attivo per 14,7 miliardi controgli 11 miliardi segnati nello stesso periodo del 2013. Siriduce invece l'avanzo nell'interscambio di prodotti nonenergetici che passa da +45,4 miliardi nel 2013 a +42,0miliardi nel 2014. Nel

(AGI) - Roma, 24 set. - Crescono le esportazioni extra-Ue adagosto, ma l'andamento tendenziale registra una contrazione del4,1%. Su base mensile, comunica l'Istat, l'incremento e' invecerisultato pari allo 0,9%, a fronte di un calo delleimportazioni pari al 3,6%. L'andamento si e' tradotto in unavanzo di 1,7 miliardi per la bilancia commerciale che chiude iprimi otto mesi dell'anno in attivo per 14,7 miliardi controgli 11 miliardi segnati nello stesso periodo del 2013. Siriduce invece l'avanzo nell'interscambio di prodotti nonenergetici che passa da +45,4 miliardi nel 2013 a +42,0miliardi nel 2014. Nel dettaglio, spiega l'Istat, la crescitacongiunturale delle vendite verso i paesi extra Ue e' spiegatadal forte incremento dell'export di prodotti energetici(+16,4%). Al netto di questa componente, infatti, la dinamicacongiunturale e' debolmente negativa (-0,1%). I beni di consumodurevoli (+8,3%) e quelli strumentali (+1,2%) sono inespansione. La flessione congiunturale dell'import (-3,6%)interessa tutti i principali comparti, a eccezione dei prodottiintermedi (+2,0%). La contrazione degli acquisti e'particolarmente rilevante per energia (-9,0%), beni di consumodurevoli (-7,0%) e beni strumentali (-5,5%). Nell'ultimotrimestre la dinamica congiunturale dell'export verso i paesiextra Ue e' negativa (-1,0%), in ampia misura per effetto dellacontrazione delle vendite di beni strumentali (-5,8%). Nellostesso periodo, la lieve flessione congiunturale delleimportazioni (-0,2%) e' spiegata dall'energia (-3,2%). Adagosto 2014 la flessione tendenziale dell'export (-4,1%)riguarda tutti i raggruppamenti principali di beni, aesclusione dell'energia (+5,4%). La diminuzione e'particolarmente intensa per i beni di consumo (-6,5%). L'ampiacaduta tendenziale delle importazioni (-14,1%) e' determinatadalla notevole diminuzione degli acquisti di beni strumentali(-36,6%) e di energia (-21,3%). Nel primi otto mesi del 2014entrambi i flussi commerciali presentano una diminuzionetendenziale, piu' marcata per le importazioni (-5,8%) che perle esportazioni (-2,1%). Al netto della componente energetica,le importazioni registrano un tasso tendenziale positivo(+2,7%), mentre si attenua la flessione dell'export (-1,4%).Nel mese di agosto 2014, i mercati di sbocco piu' dinamici sonoTurchia (+8,6%), Stati Uniti (+4,5%), Asean (+4,3%) e Opec(+2,6%). Crescono gli acquisti di beni da Asean (+7,9%),Mercosur (+7,2%), Cina (+2,3%) e paesi Eda (+0,9%). (AGI) .