Cina: borsa Sganghai crolla 6, 97% in apertura, Hong Kong -4, 74

(AGI) - Pechino, 8 lug. - La bolla della borsa cinese, che in12 mesi e' cresciuta di oltre il 150% fino al 12 giugno scorso,e' ormai scoppiata. La borsa di Shanghai ha apperna apertoregistrando un tonfo del 6,97%, segnando - salvo ritracciamentiin corso d'opera - una perdita di oltre il 35% in meno di unmese. Il tutto nonostante le misure adottate dalle autorita'cinesi e la sospensione di oltre 500 titoli dagli scambi. Nonha fatto meglio quella di Hong Kong che perde il 4,74 % inpaertura di contrattazioni. La crisi finanziaria in Cina

(AGI) - Pechino, 8 lug. - La bolla della borsa cinese, che in12 mesi e' cresciuta di oltre il 150% fino al 12 giugno scorso,e' ormai scoppiata. La borsa di Shanghai ha apperna apertoregistrando un tonfo del 6,97%, segnando - salvo ritracciamentiin corso d'opera - una perdita di oltre il 35% in meno di unmese. Il tutto nonostante le misure adottate dalle autorita'cinesi e la sospensione di oltre 500 titoli dagli scambi. Nonha fatto meglio quella di Hong Kong che perde il 4,74 % inpaertura di contrattazioni. La crisi finanziaria in Cina e', secondo un'analisi delDaily Telegraph, il vero problema, rispetto "pantomima greca".Secondo Jeremy Warner, vicedirettore e analista economico delTelegraph, "mentre gli occidentali si stanno concentrando sullaGrecia, una crisi finanziaria potenzialmente molto piu'significativa si sta sviluppando dall'altra parte del Mondo.Quella che alcuni stanno iniziando a chiamare il 1929 cinese",da nome della piu' celebre crisi economica del secolo scorso,"che innesco' la grande depressione". (AGI) .

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it