Camusso presenta sciopero 12 dicembre, "problema e' poco lavoro"

(AGI) - Roma, 9 dic. - Il problema principale dell'Italia e'che c'e' "troppo poco lavoro". Lo ha affermato il segretariogenerale della Cgil, Susanna Camusso, spiegando nel corso diuna conferenza stampa, le ragioni dello sciopero generaleproclamato assieme alla Uil per il 12 dicembre. "Credo che le schermaglie con cui si cerca di nascondere idati della disoccupazione non siano utili ad affrontare ilproblema", ha detto il leader della Cgil facendo notare chel'Italia ha un record dei senza lavoro e che "mese dopo mese siallarga la distanza con gli altri Paesi". Le misure previstedal

(AGI) - Roma, 9 dic. - Il problema principale dell'Italia e'che c'e' "troppo poco lavoro". Lo ha affermato il segretariogenerale della Cgil, Susanna Camusso, spiegando nel corso diuna conferenza stampa, le ragioni dello sciopero generaleproclamato assieme alla Uil per il 12 dicembre. "Credo che le schermaglie con cui si cerca di nascondere idati della disoccupazione non siano utili ad affrontare ilproblema", ha detto il leader della Cgil facendo notare chel'Italia ha un record dei senza lavoro e che "mese dopo mese siallarga la distanza con gli altri Paesi". Le misure previstedal Jobs act, ha proseguito Camusso, non serviranno a crearenessun nuovo posto di lavoro, mentre ridurranno i diritti. Secondo il segretario generale della Cgil, il premierdovrebbe "riflettere su una battuta del ministro dell'Internoil quale ha detto che ha visto realizzate le riforme sul lavorovolute dal centrodestra". (AGI)