Camusso: Cisl? Decida se contrastare o subire politiche governo

(AGI) - Bologna, 13 nov. - "Ognuno si assume la responsabilita'di decidere se contrastare provvedimenti che non vanno bene ose ci si limita a subirli": cosi' il segretario della Cgil,Susanna Camusso, replica al 'gelo' con cui la Cisl ha accoltola proclamazione dello sciopero generale nella giornata divenerdi' 5 dicembre contro le politiche del governo sul lavoro.Per Camusso "la scelta che abbiamo fatto - ha spiegato daBologna alla fine del direttivo della Cgil Emilia Romagna -tiene conto della nostra idea che bisogna respingere untentativo di dividere sistematicamente il mondo del lavoro.Abbiamo

(AGI) - Bologna, 13 nov. - "Ognuno si assume la responsabilita'di decidere se contrastare provvedimenti che non vanno bene ose ci si limita a subirli": cosi' il segretario della Cgil,Susanna Camusso, replica al 'gelo' con cui la Cisl ha accoltola proclamazione dello sciopero generale nella giornata divenerdi' 5 dicembre contro le politiche del governo sul lavoro.Per Camusso "la scelta che abbiamo fatto - ha spiegato daBologna alla fine del direttivo della Cgil Emilia Romagna -tiene conto della nostra idea che bisogna respingere untentativo di dividere sistematicamente il mondo del lavoro.Abbiamo deciso, nel direttivo, che bisogna evitare unadistinzione tra il mondo del lavoro privato e pubblico dopo lamanifestazione dell'8 novembre. Quello rimane per noi il puntodi riferimento. In piazza c'eravamo tutti: Cgil, Cisl e Uil.Credo - ha detto ancora il leader sindacale - che un sindacatoresponsabile cerchi di rispondere positivamente a quella piazzaprovando a cercare tutte le forme di unita'". Secondo Camusso"e' noto che piu' il mondo del lavoro e' unito piu' e' forte.Dopodiche' - ha concluso il segretario della Cgil - la veradebolezza penso sia il fatto che di fronte a scelte chemanterrebbero il Paese in una condizione di stagnazione,recessione e che attaccano direttamente i diritti del lavoro,non si reagisca". (AGI).