Bene il mercato dell'auto, Fca a febbraio +11, 2%

(AGI) - Francoforte - Le immatricolazioni in Europa enei Paesi Efta sono state 958.145 a febbraio, il 7% in piu'rispetto allo  [...]

(AGI) - Francoforte, 17 mar. - Le immatricolazioni in Europa enei Paesi Efta sono state 958.145 a febbraio, il 7% in piu'rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. Nei primi due mesidell'anno le vendite hanno toccato quota 1.968.792 veicoli, conun incremento del 6,6% rispetto al primo bimestre del 2014. Ilmercato, sottolinea l'Acea, e' stato trascinato dalla crescitaa doppia cifra registrata in Italia (+13,2%) e Spagna (+26%).Bene anche la Gran Bretagna (+13,2%). I due mercati principali,Francia e Germania, hanno invece registrato aumentirispettivamente pari al 6,6 e al 4,5%. Per l'Unione europea sitratta del diciottesimo mese consecutivo di crescita delleimmatricolazioni. Fiat Chrysler Automobiles ha immatricolato afebbraio oltre 66 mila vetture con un incremento dell'11,2%rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. La quota di mercatoe' risultata pari al 6,9%, in aumento sia rispetto al 6,6% diun anno prima, sia in confronto al 6,2% di gennaio 2015. Fca,sottolinea una nota, ha visto crescere in maniera significativale vendite in tutti i principali Paesi europei. Oltreall'aumento registrato in Italia (+13,4%), ha ottenutorisultati migliori a quelli della media dei mercati in Germania(+9,6%), in Francia (+8,9%) e in Spagna (+40,9% in un mercatocresciuto del 26,1%). Bene anche nel Regno Unito, dovel'aumento e stato del 10,8%. Nei primi due mesi del 2015, Fcaha immatricolato poco meno di 130 mila vetture, con unacrescita dell'8,6% e una quota del 6,5% contro il 6,4% delprimo bimestre 2014. In particolare, sono state quasi 49 milale immatricolazioni in Europa del marchio Fiat a febbraio, conun aumento del 5,1 per cento in confronto allo stesso mese del2014. La quota e' stata del 5,1 per cento. Il brand Fiat e'cresciuto in Italia (+5,4 per cento), in Germania (+3,1 percento), nel Regno Unito (+7,9 per cento) e ha fatto meglio deirispettivi mercati in Francia (+7,4 per cento) e in Spagna(+26,3 per cento). Nel primo bimestre del 2015, Fiat haimmatricolato 96 mila auto, il 4,4 per cento in piu' inconfronto con lo stesso periodo dell'anno scorso, ottenendo unaquota del 4,8 per cento. Per quanto riguarda i modelli Fiat,Panda e 500 si sono confermate ancora una volta ai primi postidelle vendite del segmento A con oltre 27 mila registrazioni euna quota complessiva vicina al 28 per cento. Altra conferma e'arrivata dalla 500 L, ancora una volta prima del suo segmentocon quasi 7.500 immatricolazioni nel mese e una quota superioreal 25% per cento. Infine, la 500 X e' ormai stabilmente tra letop ten del suo segmento in Europa e tra le prime cinque inItalia, a poco piu' di unn mese dal porte aperte di lancio. Lancia/Chrysler in febbraio ha immatricolato quasi 6 milavetture, il 5,6 per cento in piu' rispetto all'anno scorso, peruna quota stabile allo 0,6 per cento. Nel primo bimestre sonostate 11.500 le Lancia immatricolate, per una quota dello 0,6per cento. Positivo il risultato ottenuto da Lancia in Italiadove - in un mercato cresciuto del 13,2 per cento - il marchioha aumentato le vendite rispetto a febbraio 2014 del 18,2 percento. La Ypsilon, che sta festeggiando in questi giorni il suo30° anniversario con una serie speciale, ha chiuso febbraio conun aumento delle immatricolazioni del 16,2 per cento rispettoall'anno sccorso. Inoltre, nel primo bimestre dell'anno, inItalia e' stata la piu' venduta del suo segmento. In febbraiole immatricolazioni di Alfa Romeo sono state quasi 4.700 (l'1,4per cento in piu' rispetto all'anno scorso) per una quotastabile allo 0,5% per cento. Nel progressivo annuo le vettureAlfa Romeo registrate sono state 8.700 per una quota dello 0,4per cento. Il marchio e' cresciuto in Spagna (+13,2 per cento)e soprattutto in Italia, dove ha chiuso febbraio con un aumentodelle vendite pari al 18,9 per cento rispetto allo stesso mesedell'anno scorso. Mese molto positivo per Giulietta, che haaumentato le registrazioni del 21,8 per cento in confronto afebbraio 2014, con una crescita superiore a quella del mercato. Ancora un mese di forte crescita per il marchio Jeep che afebbraio ha immatricolato oltre 6.300 vetture, il 182,4 percento in piu' rispetto all'anno scorso. Si tratta dell'aumentopiu' alto di tutto il mercato europeo. A febbraio la quota delbrand e' stata dello 0,7 per cento contro lo 0,3 per cento diun anno fa. Nel primo bimestre dell'anno sono state piu' di12.200 le Jeep immatricolate, il 173,8 per cento in piu'rispetto al 2014, per una quota dello 0,6 per cento, increscita di 0,4 punti percentuali. Jeep e' cresciutapraticamente in tutta Euuropa. Citando solo i mercatiprincipali, ha aumentato le vendite in Italia (+290,6 percento), in Germania (+92,3 per cento), in Francia (+652,7 percento), nel Regno Unito (+164,9 per cento) e in Spagna (+601,9per cento). A trainare verso l'alto i risultati del marchiosono state le quasi 4 mila immatricolazioni della Renegade,ormai stabilmente tra le top ten del suo segmento. A febbraio, infine, i marchi di lusso e sportivi Ferrari eMaserati hanno immatricolato complessivamente 449 vetture.(AGI)