Bankitalia: il debito pesa sulla crescita e l'incertezza aumenta

Bankitalia debito
Agf
Ignazio Visco

"Le previsioni sulla crescita del Pil sono state riviste al ribasso rispetto allo scorso novembre, sia per l'anno in corso sia per il 2020, ed è aumentata l'incertezza. L'alto livello del debito pubblico rende l'economia italiana esposta alle tensioni sui mercati finanziari e riduce la capacità della politica di bilancio di sostenere l'attività produttiva di fronte a fasi di rallentamento".

Lo sottolinea la Banca d'Italia nel Rapporto sulla stabilità finanziaria in cui si evidenzia che nel 2018 il rapporto tra il debito pubblico e il prodotto interno lordo è aumentato al 132,2%, dal 131,4 del 2017. "Secondo il Documento di economia e finanza 2019, approvato dal Governo il 9 aprile", osserva ancora Palazzo Koch, "il debito crescerebbe ancora nell'anno in corso e si ridurrebbe dal 2020, anche in seguito all'incremento delle aliquote delle imposte indirette già incluso nella legislazione vigente".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it