Banche: Abi, ancora negativa dinamica prestiti, ripartono mutui

(AGI) - Roma, 16 mar. - Ancora negativa, sebbene inmiglioramento, la dinamica dei prestiti bancari a febbraio.Sulla base di prime stime, informa il Bollettino mensiledell'Abi, il totale dei prestiti a residenti in Italia sicolloca a 1.821,1 miliardi di euro, segnando una variazioneannua pari -1,4% (-1,5% il mese precedente). Sembra inveceripartire il mercato dei mutui. Le nuove erogazioni perl'acquisto di immobili, in termini di valore cumulato, deltrimestre novembre 2014 - gennaio 2015 hanno segnato un aumentodi oltre il 35% sullo stesso periodo dell'anno precedente,mentre, il flusso delle nuove operazioni di credito

(AGI) - Roma, 16 mar. - Ancora negativa, sebbene inmiglioramento, la dinamica dei prestiti bancari a febbraio.Sulla base di prime stime, informa il Bollettino mensiledell'Abi, il totale dei prestiti a residenti in Italia sicolloca a 1.821,1 miliardi di euro, segnando una variazioneannua pari -1,4% (-1,5% il mese precedente). Sembra inveceripartire il mercato dei mutui. Le nuove erogazioni perl'acquisto di immobili, in termini di valore cumulato, deltrimestre novembre 2014 - gennaio 2015 hanno segnato un aumentodi oltre il 35% sullo stesso periodo dell'anno precedente,mentre, il flusso delle nuove operazioni di credito al consumoha segnato un incremento su base annua pari all'8,1%. In lievemiglioramento, a febbraio, e' risultata anche la variazioneannua dei prestiti a residenti in Italia al settore privato(-1,9% a febbraio 2015, -2,1% il mese precedente). A finefebbraio 2015 risultano pari a 1.552,4 miliardi di euro (1.450miliardi a fine 2007, +102,2 miliardi circa da allora ad oggi).I prestiti a famiglie e societa' non finanziarie ammontano a1.405 miliardi di euro, con una variazione annua lievementenegativa, pari a -1,4%, il miglior risultato da luglio 2012(-1,5% a gennaio; -0,8% nella media dell'area Euro). Con riguardo alle nuove erogazioni, i finanziamenti alleimprese hanno segnato in termini di valore cumulato deltrimestre novembre 2014 - gennaio 2015 un incremento sulcorrispondente periodo dell'anno precedente di circa il +4%. Inlieve flessione la dinamica tendenziale del totale prestitialle famiglie (-0,5% a gennaio 2015, - lo stesso valore delmese precedente; -1,5% a novembre 2013). .